COSTIERA AMALFITANA SANGUE SULLA STRADA PER SALERNO. 22ENNE DI CALVANICO IN RIANIMAZIONE

0

Un grave incidente a Cetara, verso il confine con Maiori, poteva trasformarsi in una strage. Uno scontro frontale fra una moto e un’auto, una Fiat Panda, poi ribaltatasi. Sei persone ferite, di cui due in gravi condizioni. E’ il bilancio dell’incidente stradale che intorno alle 12 di ieri si è verificato sulla Statale amalfitana, lungo il rettilineo che separa Cetara da Erchie, nel territorio comunale di Maiori. A scontrarsi, per cause ancora in via di accertamento, sono state una moto Honda Cbr 600 e una Fiat Panda. L’urto è stato violentissimo. Il ferito più grave è Eduardo Conforti, 22 anni, residente a Calvanico, ricoverato nel reparto di Rianimazione del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno.In prognosi riservata pure Alessio Vivone, il trentenne di Pontecagnano alla guida della moto, anche lui trasportato all’ospedale salernitano e ricoverato in ortopedia per fratture in più parti del corpo. Meno gravi le condizioni degli altri feriti, A.G. di ventidue anni, R.S. di venti, A.M. di ventuno, e dell’unica donna, la diciottenne L.D. Sono tutti di Calvanico e viaggiavano insieme a Conforti a bordo della Panda.I quattro sono stati medicati all’ospedale di Cava de’ Tirreni e giudicati guaribili con prognosi dai sette ai dieci giorni. Solo A.M. è stato ricoverato per ulteriori accertamenti.In base alle prime ricostruzioni, effettuate dal presidio stagionale di Maiori della polizia stradale di Salerno, diretto dall’ispettore capo Mario Vivone, sia l’Honda che la Fiat procedevano in direzione Amalfi. Subito dopo il centro abitato di Cetara, la moto condotta da Alessio Vivone è sbattuta nella fiancata della Panda, che pare stesse svoltando per entrare nel cancello di una villa posta lungo la costa, dove la comitiva di giovani avrebbe dovuto trascorrere la giornata. L’impatto è stato tremendo e il rumore della collisione è stato avvertito anche a centinaia di metri di distanza.Raccapricciante la scena che si è presentata ai soccorritori. Il centauro si è conficcato nella Panda, lo hanno dovuto estrarre dall’abitacolo i vigili del fuoco del distaccamento di Maiori, mentre la moto, dopo l’urto, è andata a finire sul tettuccio dell’auto. Probabile che gli occupanti della vettura non si siano resi nemmeno conto di cosa stesse accadendo. Tra di loro, a subire le conseguenze maggiori è stato Eduardo Conforti, che sedeva sul lato posteriore sinistro nel posto dove l’impatto è stato avvertito con maggiore violenza.. Quattro ragazzi, tutti di Calvanico, sono stati ricoverati all’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava dei tirreni, gli altri due sono invece stati invece trasportati all’Ospedale Ruggi di Salerno. I due feriti gravi sono il motociclista, V.C. un giovane di 30 anni di Pontecagnano operato per la frattura riportata ai polsi, mentre l’altro, C.M., un 22enne di Calvanico è in prognosi riservata nel Reparto di Rianimazione. La moto sarebbe sbalzata sulla Fiat Panda, con una dinamica che i carabinieri devono ancora accertare, e si è catapultato sulla autovettura che si è ribaltata invadendo la sede stradale. La moto Honda sarebbe andata contro la parte posteriore della Panda dove si trovava seduto il 22enne di Calvanico che ha avuto la peggio. A dare l’allarme è stato un poliziotto della Costiera Amalfitana che si stava recando per servizio a Salerno e subito sono arrivati i soccorsi. Polizia stradale, carabinieri, vigili del fuoco e polizia municipale di Maiori e Cetara sono intervenuti sul posto. Due le ambulanze della croce rossa che sono state rallentate dal traffico paralizzato dall’incidente e non è stato facile per loro prestare i primi soccorsi. I vigili urbani di Maiori e Cetara, il sinistro è avvenuto al confine fra i due centri della Costiera Amalfitana, hanno provveduto a far circolare in senso unico alternato. La scena era raccapricciante e si è sfiorata la tragedia perchè per un puro caso altre auto hanno evitato l’impatto con la Fiat Panda mentre si ribaltava. I ragazzi, dopo esser stati liberati dalle lamiere dell’auto sono stati trasportati nel porticciolo turistico di Cetara dove l’eliambulanza del 118 ha provveduto al trasporto all’ ospedale di Cava dei Tirreni di tre dei giovani rimasti feriti. Due di loro sono stati invece trasportati all’Ospedale Ruggi di Salerno. I due feriti gravi sono il motociclista, un 30enne di Salerno operato per la frattura riportata ai polsi, mentre l’altro, un 22enne di Calvanico è in prognosi riservata nel Reparto di Rianimazione. L’incidente  ha causato la paralisi totale del traffico finchè con l’intervento dei vigili urbani di Maiori e Cetara non si è provveduto al senso unico alternato, il traffico poi si è regolarizzato normalmente verso le 14. Sul posto sono intervenuti il personale del 118 proveniente da Castiglione di Ravello e da Salerno, la Croce Rossa di stanza a Maiori. La circolazione è ripresa regolarmente solo alle 14 quando è stata liberata l’intera carreggiata dai veicoli.  Per due ore per il traffico in Costiera è stato un inferno, da Amalfi è bloccata la strada per Positano e Praiano e dall’altra parte si trovava semiparalizzato il traffico.