VICO EQUENSE FRANCESCO DI MAIO LASCIA L’ARIPS

0

Penisola sorrentina – Francesco Di Maio lascia la presidenza dell’Arips. Franco Gambardella attuale dirigente della GORI gli subentra. L’azienda risorse idriche penisola sorrentina a breve diventerà una società per azioni che si occuperà della gestione dei rifiuti nel comprensorio costiero. Un tavolo tecnico dovrà guidare l’Arips sino a dicembre, oltre a Gambardella ne faranno parte Francesco Esposito, commercialista di Sorrento, Fulvio Cafiero commercialista di Meta e già componente del Collegio dei revisori dei conti dell’azienda, Anna Botta, giovane professionista, Giuseppe Gargiulo imprenditore di Sant’Agnello. Manca soltanto l’indicazione del Comune di Massa Lubrense. Dal quotidiano Metropolis Francesco Di Maio commenta così la nomina del nuovo Presidente. “ Una scelta ineccepibile ed attesa da tempo e ringrazio, anche a nome di coloro che fino ad oggi insieme a me hanno amministrato quest’azienda, i sindaci per la straordinaria esperienza umana e amministrativa che ci hanno consentito di fare…”. Attualmente la raccolta dei rifiuti è svolta da Penisola Verde che si occupa di Meta, Piano e Sorrento, mentre Terra delle Sirene di Vico Equense e Massalubrense. In base alla proposta, l’Arips, che prima dell’avvento della Gori gestiva il ciclo delle acque in penisola sorrentina, continuerà a mantenere la propria quota in Seteap, la società che dovrà occuparsi della metanizzazione della costiera, oltre a conservare la disponibilità dei locali di via degli Aranci che ne ospitano la sede. Giunti a un bivio, ossia liquidare l’Arips o ricapitalizzare, le amministrazioni comunali hanno, dunque, deciso per questa seconda ipotesi, anche sulla scorta delle relazioni dei tecnici chiamati a studiare la questione. Tenuto conto, inoltre, di quanto stabilisce l’ultima Finanziaria, ossia che per gli enti locali la gestione di società partecipate può avvenire solo nel caso in cui l’oggetto sociale riguardi la fornitura di servizi di interesse generale, è stato deciso che l’Arips si occuperà della gestione dei rifiuti nei Comuni costieri. In sostanza si tratta di un primo passo verso la nascita, già più volte ipotizzata in passato, di un soggetto unitario che possa gestire il ciclo della spazzatura dei Comuni peninsulari. Il piano industriale è stato demandato ad un tavolo tecnico composto da Luigi Cuomo direttore di Penisola Verde, Antonino Di Palma omologo in Terra delle Sirene e Giuseppe Coppola per il Comune di Sant’Agnello. Entro pochi mesi il nuovo statuto e la costituzione del soggetto comprensoriale.


 


www.vicoequenseonline.blogspot.com