VELARDI IN COSTIERA AMALFITANA, GLI OPERATORI CHIEDONO GARANZIE

0

L’assessore regionale al turismo Claudio Velardi ha incontrato ad Amalfi alcuni operatori turistici e gli amministratori dei Comuni di Positano e  Amalfi, non c’erano quelli di Praiano, Ravello, Maiori e Minori. Presenti Gaetano Marrone e Adele Cuomo per Positano (il sindaco Domenico Marrone fuori per impegni personali) e gli operatori che chiedono garanzie dopo che prima il Festival delle Regate e poi il Premio Danza Positano hanno rischiato di non svolgersi per i ritardi nell’erogazione dei fondi. Amalfi non ha potuto fare il suo festival in coincidenza con la Regata e  spera di recuperarlo a ottobre, ma non si sa ancora nulla, e Positano ha avuto l’ansia di perdere l’unico grande evento che la contraddistinge con costanza da quasi un quarantennio, uno degli eventi più importanti della Costiera Amalfitana e della Campania con una storia ed un prestigio alle spalle. Il rischio per l’Azienda, che sta affrontando con impegno e dedizione un momento difficile, è quello di sobbarcarsi un nuovo impegno dopo che le manifestazioni del Positano Art Festival dell’anno scorso non sono state ancora pagate dalla Regione Campania. Ma problemi hanno avuto quasi tutti. Velardi, che ha dato rassicurazioni per il Premio Danza,  è venuto ad Amalfi dopo un incontro ad Agropoli.  «Gli operatori hanno ragione a chiedere garanzie – ha detto Velardi -, e la Regione non può fa vivere nell’incertezza le amministrazioni, senza la certezza di fondi non possono programmare ne promuovere le manifestazioni che, se fatte all’ultimo momento, non possono avere successo. A fine settembre un nuovo incontro per coordinare idee e proposte per il turismo” Velardi, ospite ad Amalfi, raggiungerà anche Ravello mentre si è svolta con successo la quattro giorni nel Cilento, conclusasi nel porto di Agropoli lunedì quando ad accoglierlo al porto turistico agropolese è stato il Sindaco Franco Alfieri, affiancato dal Vicesindaco Mauro Inverso e dagli Assessori comunali. Presente anche l’Assessore alla Cultura del Comune di Capaccio-Paestum, Eugenio Guglielmotti, Marisa Prearo, dello staff di Velardi e già Presidente Azienda Autonoma Soggiorno Turismo Paestum, e Bartolo Scandizzo, Presidente Consorzio “PaestumIn”, oltre a diversi operatori turistici locali.L’occasione ha permesso al primo cittadino agropolese, Franco Alfieri, di fare il punto su idee e programmi in merito al rilancio turistico del territorio. «La nostra amministrazione – ha affermato il Sindaco Alfieri – ha posto l’attenzione su alcune priorità per creare le condizioni di rilancio turistico. Tra queste, ad esempio, abbiamo già proceduto, per quanto riguarda la riqualificazione e la valorizzazione dei beni storico-architettonici, all’acquisizione al patrimonio pubblico del Castello medievale. Per il futuro, puntiamo molto ad un nuovo sviluppo dell’area portuale, una tra le più importanti della Campania, e di Trentova, dove stiamo pensando alla realizzazione di un villaggio turistico di caratura internazionale e ad un campo da golf».L’Assessore regionale Claudio Velardi da parte sua ha dato, quindi, appuntamento a fine settembre. «Il mio invito – ha detto – è quello di ritrovarci tutti, amministratori e operatori privati, a fine settembre per coordinare unitariamente idee e proposte, dai piccoli ai grandi progetti, per il rilancio del turismo. In particolar modo dovrà essere pensato un grande evento in grado di proiettare ad altissimi livelli questo territorio. In queste settimane, quindi, dovrà essere creato un gruppo di lavoro, al quale prenderanno parte i presidenti dei cinque consorzi, che già costituiscono il tavolo di concertazione creato da De Masi al Parco del Cilento, allargato magari ai rappresentanti di altri tavoli. L’obiettivo è raccogliere e mettere insieme tutte le idee». La decisione è rivedersi verso la fine di settembre (potrebbe essere il week end del 21 o del 28) per mettere a punto il progetto Cilento: una sorta di Stati generali dell’intera area. Prepareremo l’appuntamento con dei gruppi di lavoro da attivare subito (infrastrutture, trasporti, offerta turistica, itinerari, sistemi turistici locali, etc…). Poi, una suggestione, cresciuta in questi giorni. Il Cilento ha, ormai, una rete di porti turistici di livello (Sapri, Marina di Camerota, Palinuro, Casalvelino, Acciaroli, Castellabate, Agropoli), frutto – va detto – degli investimenti della Regione e dell’ottimo lavoro di Cascetta. Ma bisogna sfruttarli, farli conoscere e farli vivere. Si potrebbe progettare una competizione velica di rilievo internazionale, una specie di tour del Cilento, a partire dalla prossima stagione (tra maggio e giugno 2009). Lo stesso incontro farò dopo con la Costiera Amalfitana che è un territorio di altissima notorietà internazionale che bisogna valorizzare ulteriormente.” Prossimo appuntamento di Velardi nel suo tour marino con moglie e due amici a Capri, Sorrento e Ischia.