SORRENTO CAPRI SOLDI FALSI E´ ALLARME

0

Scoperti soldi falsi a Capri e Sorrento, ma è allareme anche a Positano, Amalfi, Vico Equense, in Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana. Proprio una settimana fa un latitante pregiudicato di 35 anni, Francesco Puzone, di Casoria, era stato arrestato a Piano di Sorrento per spaccio di banconote false. A sorprenderlo, nel centralissimo Corso Italia, sono stati i carabinieri della stazione di Piano di Sorrento, retta dal maresciallo Daniele Demarini. I militari, che da tempo avevano ricevuto notizie, segnalazioni e informazioni sulla presenza di un soggetto che si “dilettava” a spendere soldi falsi tra negozi e boutique della Penisola Sorrentina, sono entrati in azione mentre Puzone stava adocchiando un esercizio commerciale a pochi passi dalla sede della caserma dei carabinieri. Fermato, identificato e perquisito, dalle sue tasche sono spuntate dieci banconote false da cento euro ciascuna. Di fronte all’evidenza dei fatti, il 35enne non ha potuto far altro che ammettere le sue responsbilità. Non solo. Lo stesso ha confessato ai carabinieri di essere un latitante, come poi è emerso da un veloce controllo ai terminali: nei suoi confronti era stato emesso ad aprile scorso un ordine di arresto per un reato simile, spacio di banconote false, commesso lo scorso anno a Terni, e al quale era sfuggito più volte essendosi dato alla macchia. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato tradotto nel carcere di Poggioreale. Ma non è il primo e unico caso, altri si registrano e si sono registrati sia in Costiera Amalfitana che in Penisola Sorrentina. Il taglio più frequente le 50 euro, le vittime i commercianti.