COSTIERA AMALFITANA TAGLI AGLI AUSILIARI TRAFFICO IN TILT

0

La Statale amalfitana, giá da un po’ di giorni, è priva degli ausiliari del traffico e proprio in uno dei punti più a rischio di paralisi della circolazione. E la situazione non cambierá fino alla fine di agosto. Il tratto in questione è quello che attraversa l’abitato Cetara e che, per giunta, presenta una curva, proprio all’imbocco della strada che porta giù al paese, dove spesso si verificano intasamenti con conseguenti code chilometriche. Difficoltà che riguardano tutta la Costiera Amalfitana e chi la percorre ogni giorno da Positano, Amalfi e Ravello.
• E, dunque, mancando il personale che disciplina il transito in entrambi i sensi di marcia, in modo da evitare incroci pericolosi, l’allarme ingorghi è di quelli “rossi”. Il servizio è stato sospeso dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Secondo Squizzato, a causa di mancanza di fondi. In pratica dalla Provincia, come ha spiegato il primo cittadino, hanno stanziato una cifra non sufficiente per coprire tutto l’arco stagionale. E, perciò, si è preferito conservare parte dei finanziamenti per attivare nuovamente gli ausiliari all’inizio di settembre. «Per evitare intoppi improvvisi alla circolazione – sottolinea Squizzato – abbiamo provveduto ad eliminare dalla strada le auto in sosta. Del resto dovevamo fare una scelta e, sicuramente, non possiamo pagare gli ausiliari con le nostre esigue finanze». Il controsenso, in questa questione, è che la Provincia non sia intervenuta minimamente nonostante sia stata comunicata la sospensione del servizio.
• Insomma si sprecano soldi pubblici per finanziare manifestazioni di dubbio gusto e non si pensa, invece, a far sì che la viabilitá sulla “Divina” che resta, fino a prova contraria, il fiore all’occhiello del salernitano, sia scorrevole. Come sempre, dunque, si assiste ad una infinitá di promesse che, puntualmente, vengono disattese. Così l’Amalfitana, per tutto agosto, sará seriamente a rischio maxi intasamento, soprattutto sul tratto che da Vietri conduce a Cetara.
• Una situazione inammissibile, in particolar modo nel periodo di altissima stagione e in una fase in cui si è giá dovuto fare i conti con la recessione economica e con l’emergenza spazzatura, i cui effetti deleteri sugli arrivi dei turisti sono sotto gli occhi di tutti.
Gaetano de Stefano