Il postino suona, forse, due volte

0

Non solo lettere o raccomandate. Nei prossimi mesi il postino potrebbe suonare per offrire a domicilio prodotti e servizi postali e finanziari, che vanno dal pagamento delle utenze all’invio di raccomandate, dalle ricariche telefoniche ai ticket sanitari.

Dopo una fase di sperimentazione a Roma, si parte, oltre che dalla capitale anche da Verona, Torino, Prato e Milano, fino ad arrivare entro la fine dell’anno a un piccolo esercito di undicimila portalettere, tutti dotati di palmare e stampante per consegnare all’utente le eventuali ricevute di pagamento.

Mai più code in Posta?


                                  Michele De Lucia

Lascia una risposta