SALERNO LA DISCARICA DINARDONE SI ILLUMINA DI ENERGIA SOLARE

0

L’ex discarica di Sardone si illumina di solare. Nell’area dell’ex sversatoio di rifiuti al confine tra il comune capoluogo, Pontecagnano e Giffoni Valle Piana, il Consorzio di Bacino Sa2 ha realizzato infatti un impianto di produzione di energia fotovoltaica per 50 Kw. Da alcuni giorni l’energia prodotta è stata immessa nella rete elettrica nazionale. Così, grazie al solare dell’ex discarica di Sardone, il comprensorio dei Picentini potrá avvalersi annualmente di oltre 65 mila kwh di energia pulita. Soddisfatti per questa realizzazione il presidente del Consorzio Sa2, Dario Barbirotti, ed i tecnici dell’Ente che hanno seguito il progetto che si affianca ad altre iniziative sempre finalizzate alla produzione di energia “pulita” ed ecocompatibile.
• L’impianto appena realizzato, spiega infatti il presidente del Consorzio di Bacino Salerno 2, l’avvocato Dario Barbirotti, «eviterá l’immissione in atmosfera di almeno 37 tonnellate annue di anidride carbonica ed eviterá l’abbattimento annuo di 4.800 alberi o l’estrazione di circa 100 barili di petrolio, per produrre l’energia equivalente».
• Quello nato a Sardone è il terzo impianto solare che il Consorzio Sa2 realizza, dopo gli altri due giá costruiti a Parapoti, nel comprensorio di Montecorvino Pugliano, altro sito giá noto alle cronache – anche nazionali – per le battaglie ambientaliste di alcuni anni fa in tema di chiusura delle discariche disseminate sul territorio campano e dei Picentini in particolare.
• «Con la centrale fotovoltaica realizzata a Sardone – conclude il presidente del Consorzio salernitano, Barbirotti – il Consorzio di Bacino Salerno 2 conferma il suo impegno di dare un contributo per contrastare l’aumento dei gas serra sul pianeta, causa di gravi mutamenti climatici».
• Complessivamente i tre impianti fotovoltaici di Sardone e Parapoti producono 120 kwh, che sono immessi nella rete elettrica nazionale.
• L’impianto fotovoltaico di Sardone è costituito da 302 moduli fotovoltaici di silicio policristallino da 165W ognuno, per una potenza complessiva di 49,830 kW.
• I moduli sono organizzati in dodici sottocampi con inverter. L’impianto cede alla rete di Enel Distribuzione circa 65mila kwh/anno.
• La realizzazione dei tre impianti solari non è l’unica attivitá di recupero energetico messa in campo dal Consorzio Sa\2.
• Infatti, nei siti di Sardone e Parapoti da anni sono in funzione due altri impianti di produzione di energia pulita, utilizzando la captazione del metano prodotto dai biogas dei rifiuti depositati.
• Dal 2001 al 31 giugno 2008 – stimano gli esperti dell’ente salernitano – sono stati prodotti complessivamente 133.785.600 (133 milioni) i Kwh di energia pulita dal Consorzio Sa\2, con un risparmio di 245.162 barili di petrolio.