SORRENTO SEQUESTRI A DUE VILLE CON VISTA SUL MARE

0

Sorrento – Due villette in costruzione sequestrate nella zona della fascia collinare di Sorrento Penisola Sorrentina, verso Massalubrense, perché edificate in assenza dei necessari titoli autorizzativi. L’altra mattina gli agenti del commissariato di polizia di Sorrento, coordinati dal vice questore Francesco Zunino, hanno effettuato un sopralluogo lungo via Gradoni, nella frazione di Casarlano. Qui, in una zona affacciata sul golfo di Napoli, hanno individuato in 2 fondi confinanti, le costruzioni in avanzata fase di realizzazione. I successivi controlli effettuati hanno evidenziato che le due abitazioni erano abusive. Gli immobili occupano rispettivamente una superficie di 100 e di 80 metri quadrati. Ieri mattina gli agenti hanno effettuato un nuovo sopralluogo presso le strutture accompagnati da un funzionario dell’ufficio tecnico comunale. Per le due costruzioni è scattato il sequestro. Intanto è stato denunciato solo uno dei proprietari, si tratta di M.S. di Sorrento, riconducibile all’abitazione più piccola, quella di 80 metri quadri. Per l’altra struttura, quella di dimensioni maggiori, non si è risalito ancora al proprietario. E a Castellammare sequestrato e abbattuto uno chalet abusivo sull’arenile lungo via De Gasperi, a pochi metri dal porto turistico Marina di Stabia. È stato scoperto, ieri mattina, dagli uomini della capitaneria di porto, coordinati dal comandante Francesco Staiano, e dai carabinieri della compagnia stabiese alla guida del capitano Giuseppe Mazzullo, uno stabile abusivo adibito a chiosco nei pressi dell’ex zona industriale, sulla spiaggia alla periferia della città. Un’operazione condotta all’alba, costata una denuncia penale a un uomo di 48 anni, S.M. originario di Castellammare. La struttura, di circa 63 metri quadri, era suddivisa in quattro mini locali, uno adibito a chiosco per il ristoro dei bagnanti, gli altri forniti di canneti e tavolini oltre a una zona recintata per le docce. (Massimiliano D’ Esposito il Mattino)

Lascia una risposta