SPIAGGE VICO EQUENSE – COMUNICATO STAMPA DEL PD

0

SPIAGGE LIBERE (?) 


Vico Equense – Ancora una volta l’Amministrazione del Sindaco Gennaro Cinque non tutela gli interessi dei cittadini, a vantaggio degli interessi di qualche privato.


Questo è quanto stanno subendo in questi giorni tantissimi nostri concittadini che non intendono o che non possono usufruire delle strutture private per fare un bagno di mare e prendere il sole. Il disagio, ovviamente, colpisce persone di tutte le età costrette spesso in posti scomodi, parti pietrose e scogli, mentre il pezzo migliore della spiaggia cosiddetta “libera” è riservata a ombrelloni e lettini già disposti sull’arenile in attesa di fruitori paganti, preferibilmente non residenti (perché pagano di più).


Con delibera n° 122 del 13.5.08  ad integrazione della delibera n° 146 del 20.04.07 , avente ad oggetto “Gestione spiagge libere attrezzate – determinazioni”, la Giunta Comunale afferma che : “almeno  un 1/3  dell’area in concessione ed il 50 % del fronte mare devono rimanere liberi da ogni tipo di attrezzatura del gestore”.


 


IL PARTITO DEMOCRATICO DI VICO EQUENSE,


 


che già nel recente passato ha più volte manifestato il proprio dissenso ad entrambe le predette delibere,  chiede all’Amministrazione Comunale che sia, almeno, vigile nel far rispettare la normativa da essa stessa prodotta, affinché siano salvaguardati  la libertà ed il diritto alla salute di ogni equense che intende accedere alla spiaggia libera per fare in serenità un bagno, senza oneri aggiuntivi, anche in considerazione del fatto che ogni cittadino è già un contribuente.


Si segnala, inoltre, l’urgenza di vigilare anche sull’igiene degli stessi arenili.


 


Circolo PD “Carlo Fermariello”


  Vico Equense