MAIORI SPIAGGE LIBERE NEGATE, LA MINORANZA SI SVEGLIA

0

Dopo un anno dalla battaglia dal Comitato Civico spiagge libere di Maiori affiancati in solitaria da Positanonews, l’unica testata giornalistica che ha sollevato il problema delle spiagge libere in Costiera Amalfitana, scendendo in campo personalmente per Maiori, come farebbe per Positano, Ravello e Amalfi, gli altri si stanno svegliando, finalmente. C’è voluto un anno per capirlo, ma meglio tardi che mai. Il sistema delle spiagge libere attrezzate è un sistema che di fatto sottrae le spiagge libere ai cittadini ora Antonio Della Pietra, e gliene diamo atto, dopo aver difeso, e votato, la delibera sulle spiagge libere attrezzate, si sta impegnando attaccando l’amministrazione guidata da Stefano Della Pietra e stanno divulgano le informazioni in rete con un  sito http://www.civitas.maiori.sa.it/ e newsletter per informare i cittadini. Altri tentativi ci sono stati in futuro di fare informazione mediatica su internet (Amalfi nel cuore e Positano, Giovane e Libera, Insieme per Ravello) ma nessuno la ha curata con costanza. Così ora tutti possono apprendere che la minoranza ha fatto convocare un consiglio comunale lo scorso 8 luglio, quando si è discusso anche delle condizioni delle acque,  per discutere del regolamento mai rispettato sulla gestione delle spiagge (finalmente!) cosa che hanno detto e continuano a dire i ragazzi del Comitato Spiagge Libere (lasciati soli nella loro battaglia quando era il momento di farla), Civitas ha attaccato anche l’assessore Lucia Mammato accusando le anomalie della gestione del miniclub da parte del marito e che “sullo stesso sito internet del miniclub si pubblicizza anche uno spazio dedicato ai genitori, quando il regolamento vieta di poter accedeere al miniclub a persone con più di 12 anni” poi che “mancano cartelli che dovrebbero indicare prezzi e termini del servizio; il mancato abbattimento delle barriere architettoniche, l’insufficienza dello spazio del trenta per cento da lasciare libero da preinstallazioni, come previsto dal regolamento”. La maggioranza si è astenuta e Della Pietra ha attaccato anche Della Pace  “A questo punto non possiamo non rilevare che Salvatore Della Pace – afferma in un documento il gruppo Civitas – nella doppia veste di capogruppo di maggioranza a Maiori e capogruppo di opposizione presso la Comunità Montana Penisola Amalfitana, sembra ormai finito in una grave crisi di identità. Infatti, alla comunità montana si erge a difensore della salvaguardia dell’ambiente e della corretta amministrazione, invece nel suo paese “non si accorge” di quello che avviene sotto il suo naso”. Gli altri argomenti, già oggetto di vari articoli, sono il Project financing per i parcheggi, per il quale si vuole fare un referendum per evitare l’abbattimento delle scuole e discussioni di tutti i tipi. Dal Consiglio Comunale viene fuori una minoranza rinvigorita, un Della Pietra (Antonio) combattivo e una presa di posizione dura sulle spiagge libere che però al momento è solo politica, i ragazzi del Comitato Spiagge, autotassandosi per pochi centesimi che avevano, fecere un ricorso al Presidente della Repubblica e investirono quelle poche risorse che avevano per fare manifesti, organizzare un pubblico dibattito, con video e documentazione. Se allora vi fosse stata una tal presa di posizione forse oggi i maioresi avrebbero di nuovo la propria spiaggia. Doveroso ora dimostrare che al di là delle parole si passi ai fatti e cioè azioni giudiziarie serie e concrete e le opposizioni avranno da noi tutta la massima considerazione.


Michele Cinque