New York. Scomparso Rocco Caporale.

0

LA SCOMPARSA DEL PROF. ROCCO CAPORALE


 


Dopo un difficile intervento al cuore, si è spento a New York, il 30 giugno scorso, il prof. Rocco Caporale, eminente figura di studioso e meridionalista.


Nato 80 anni fa a Santa Caterina dello Ionio (Catanzaro), il prof. Caporale fu allievo, alla Columbia University di New York, del  sociologo Robert K. Merton e si specializzò in Sociologia delle religioni, un settore su cui, nel 1972, pubblicò, con il “ Mulino “, un libro di grande successo negli USA  ed in Italia. Divenne professore di Sociologia alla St. John’s University di New Work, dove fondò negli anni settanta il Dipartimento di sociologia. Pur insegnando a New York,  trascorreva ogni anno lunghi periodi a Napoli nel suo studio di Via Toledo.


Presiedeva l’Associazione Pontes International, fondata a Napoli nel 2005, dedicata alla promozione dei rapporti culturali tra accademici internazionali, in particolare tra Italia e Cina, dove partecipava attivamente agli incontri  promossi attraverso la Convenzione tra l’Università di Napoli Federico II e l’Università del Popolo di Pechino.


Divenne  Professore emerito della St. John’s University e  former President dell’American Italian Historical Association. Era Componente del Comitato scientifico per l’attribuzione del prestigioso Premio Internazionale di Meridionalismo “Guido Dorso”, promosso dall’omonima Associazione con il  patrocinio del Senato della Repubblica e dell’Università “Federico II” di Napoli.


Ha ricoperto la carica di Presidente dell’ICM (International Committee for  the Mezzogiorno), di cui era Presidente onorario il Premio Nobel Franco Modigliani. Inoltre era Condirettore della Collana  Mezzogiorno Rivisitato”,  che contiene in italiano  le opere aggiornate sul Mezzogiorno scritte da studiosi statunitensi di sociologia.


E’ stato Responsabile scientifico  per gli USA dell’edizione della Rivista dell’Isveimer, “Mezzogiorno d’Europa” (pubblicata anche in lingua inglese).


Andava molto fiero della sua ricerca, che lo rese noto in Italia e all’estero, sulla ricostruzione dopo il terremoto in Irpinia-Basilicata del 1980. In tale ricerca, che fu condotta attraverso Institute for Italian-American Studies (INIAS) da lui stesso fondata e che venne finanziata dalla National Science Foundation e dall’IRI; Caporale esaminò luci ed  ombre di quegli eventi. Nel 1990 l‘eco di questi suoi studi giunse ad alti livelli istituzionali e il prof. Caporale fu invitato a tenere una relazione  approfondita  innanzi la Commissione parlamentare d’inchiesta sulla ricostruzione post-terremoto in Irpinia.


Caporale ha dedicato diversi anni della sua carriera allo studio  dei dati dell’AIRE (Anagrafe degli Italiani all’Estero) sui nostri connazionali all’estero per conto di varie province, comuni ed alcuni enti pubblici del Mezzogiorno.


Con l’estensione del diritto di voto agli italiani residenti all’estero, considerata  la sua profonda conoscenza della presenza italiana soprattutto negli USA, in Canada e nel Messico, Caporale si è dedicato allo studio di tutte le incongruenze di questo database, su cui si fonda il diritto di voto di ogni italiano all’estero.


Rocco Caporale lascia la consorte Taina Elg, attrice  finlandese molto nota a Broadway, la figlia Catherine e la nipotina Jacquelyn.