INQUINAMENTO DELLE ACQUE DEL MARE IN COSTIERA: SITUAZIONE DISASTROSA

0

INQUINAMENTO DELLE ACQUE DEL MARE IN COSTIERA: SITUAZIONE DISASTROSA

Il Coordinatore provinciale dei Giovani per le Libertà, già Consigliere comunale di Amalfi, Giovanni Torre, in relazione al caso dell’inquinamento delle acque marine scoppiato in questi giorni in Costiera amalfitana, afferma:
“Sarebbe troppo comodo per gli amministratori addossare le pessime condizioni del nostro mare e la scarsa pulizia delle nostre spiagge al singolo evento che in ogni comune costiero si ripropone, non a caso, ad ogni inizio estate quando i sistemi fognari e di depurazione, sottodimensionati, sono maggiormente sollecitati. Il caso che si è verificato a Minori è solo la goccia che fa traboccare il vaso. L’insalubrità delle nostre acque deriva dalla decennale incuria e dalla mancanza assoluta di controlli da parte di chi vi è per legge obbligato”.
“Il degrado che negli ultimi quindici anni va accentuandosi in Costiera non è altro che il perpetrarsi della politica fallimentare e della cattiva gestione delle Amministrazioni di centrosinistra che governano la Regione Campania, la Provincia di Salerno e la stragrande maggioranza dei Comuni della Costiera”.
“Il nostro territorio langue abbandonato a se stesso, privo di una seria ed oculata programmazione degli interventi necessari al suo sviluppo sociale, turistico ed economico”.
“Questa è solo una delle gravi emergenze provocate dalla politica impersonata da Bassolino e dai suoi compagni che amministrano gli enti locali. I nostri concittadini avvertono quotidianamente sulla loro pelle le drammatiche conseguenze della cattiva gestione del territorio, afflitto da gravi problematiche quali la viabilità, l’assenza di verifica e bonifica dei costoni rocciosi, la cattiva gestione del ciclo delle acque e dei rifiuti, la carenza di adeguate politiche turistiche etc.”.
“Tutti i cittadini della Costiera e i turisti che ci onorano della loro presenza chiedono radicali ed efficaci interventi che le inefficienti amministrazioni di centrosinistra hanno dimostrato di non saper dare risposte concrete”.

Giovanni Torre