VICO EQUENSE – SEMAFORI IN FUNZIONE A FORNACELLE

0

Vico Equense – Nuovi Semafori e pannelli a messaggio variabile installati e pronti per essere programmati e collegati alla video-sorveglianza. Così la città equana e la sua Polizia Municipale si preparano ad affrontare l’emergenza traffico nei punti caldi della rete viaria. Sono finiti i lavori di installazione di 4 impianti semaforici, nell’ambito di un progetto di sicurezza stradale, cofinanziato dalla Regione Campania e dal ministero dei Trasporti. Il primo di questi impianti è già entrato in funzione nella frazione di Fornacelle dove, vista la ridotta ampiezza del tratto di via Raffale Bosco che attraversa l’abitato, il transito veicolare è difficoltoso, soprattutto per i mezzi pesanti, e pertanto si è reso necessario per una maggiore sicurezza regolare la circolazione a senso unico alternato. Il secondo impianto verrà realizzato nella frazione di Massaquano, dove il traffico sostenuto e le limitate dimensioni della carreggiata danno spesso origine al blocco del traffico. Altri due impianti semaforici saranno realizzati ai due ingressi del centro urbano, ovvero all’altezza della villetta Paradiso per chi proviene da Seiano e all’altezza della stazione Circumvesuviana per il traffico in entrata da Castellammare. Si tratta di semafori che avranno lo scopo di regolamentare i flussi di traffico, in modo da evitare in centro il congestionamento della circolazione. «Sono tutti interventi – ha recentemente sottolineato Michele Tatarelli, comandante della polizia municipale – che testimoniano gli sforzi del corpo per aumentare la sicurezza di chi transita sulle strade cittadine dove sono state già installate telecamere di monitoraggio della circolazione lungo la statale sorrentina, dissuasori di traffico e specchi parabolici nei punti più pericolosi della rete viaria». “E’ un progetto fondamentale per disciplinare il traffico che ci permette di agire in ogni momento e in qualsiasi zona del territorio. I semafori, infatti, sono direttamente collegati con la nostra centrale e un operatore dovrà monitorare la situazione continuamente. A seconda del traffico, e della zona in cui si è formato, scatterà il rosso”. www.vicoequenseonline.blogspot.com