COSTIERA AMALFITANA, FURTO AL BANCOMAT DI MAIORI

0

Un furto al bancomat di Maiori, in Costiera Amalfitana, è avvenuto la scorsa notte. Ad essere presa di mira la filiale del Monte dei Paschi di Siena. Solo questa mattina i dipendenti si sono accorti dell’ammanco e hanno chiamato i carabinieri. I dipendenti della banca che hanno rinvenuto la cassaforte della cassa automatica divelta per effetto dell’utilizzo di una fiamma ossidrica. Subito dopo aver constatato il danno è scattato l’allarme. Sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Amalfi e della stazione di Maiori che hanno effettuato una serie di rilievi tra cui la rilevazione di impronte digitali su alcuni quadri che i malviventi avrebbero rimosso dai muri per coprire i vetri delle casse e evitare che dall’esterno si potessero notare i bagliori della fiamma ossidrica. I malviventi, stando alla ricostruzione dei militari dell’Arma, coordinati dal capitano Enrico Calandro e dal luogotenente Angelo Pirozzi, avrebbero messo a segno il colpo (dal bancomat sono stati asportati poco più di 10000 euro) nella notte tra sabato e domenica entrando dalla porta di emergenza collocata tra le due bussole e lo stesso bancomat. Probabilmente aperta con un piede di porco, la porta è stata poi richiusa perfettamente senza così destare alcun sospetto. Ciò che stupisce, è la semplicità con cui i malviventi sono entrati all’interno della filiale Monte Paschi di via Nuova Chiunzi. Stando a quanto appurato dai militari, sembra che i dispositivi di sicurezza non sarebbero entrati in azione permettendo così ai malviventi di mettere a segno il colpo il tutta tranquillità. Un lavoro pulito, insomma, su cui indagano i carabinieri di Amalfi e Maiori che hanno raccolto una serie di informazioni utili a ricostruire il furto della scorsa notte. Non è la prima volta che un istituto di credito viene preso di mira da malviventi. L’ultimo episodio in ordine di tempo è stata la rapina messa a segno lo scorso anno a Minori avvenuta con un temperino.