Amburgo, radioattività nei rifiuti di Napoli. L´Italia rassicura: «E´ materiale sanitario

0

La città-regione di Amburgo è in allerta dopo aver trovato in un carico di spazzatura proveniente da Napoli, questa settimana, tracce di radioattività superiori ai normali livelli riscontrati nell’ambiente.
Per questo la città tedesca ha deciso di modificare il sistema di controlli sul contenuto dei treni: da ora in poi dovranno essere le autorità italiane e non più quelle tedesche a verificare che i rifiuti inviati non contengano radioattività e comunicare per iscritto i risultati di tali controlli ai gestori del termovalorizzatore di Amburgo. Lo ha detto Reinhard Fiedler, portavoce della Stadtreinigung Hamburg. In assenza di tali certificazioni i carichi non verranno smaltiti. Al momento, comunque, ha puntualizzato Fiedler, le spedizioni proseguono: il prossimo treno dovrebbe giungere nella notte tra venerdì e sabato.

Tuttavia, come ha dichiarato il portavoce della società di nettezza urbana che smaltisce l’immondizia proveniente dalla Campania, la radioattività rilevata proveniva da «materiale sanitario», spiegando che il suo livello «è paragonabile a quello delle radiazioni cosmiche a cui sono esposti gli aerei che volano a una quota di diecimila metri di altezza». In termini assoluti, ha proseguito, «se il normale livello di radiattività riscontrato nell’ambiente è di 0,1 unità, il livello che abbiamo trovato nel container era di otto unità».
Il contenuto di questo particolare container, ha precisato il portavoce, è stato già smaltito, ma in uno speciale impianto utilizzato per le sostanze radioattive. Una procedura, questa, ha aggiunto, che costerà «qualche migliaio di euro in più all’Italia».

Dall’Italia, comuqnue, sono già arrivate ad Amburgo «tutte le rassicurazioni necessarie». E fonti del commissariato dei rifiuti confermano che «non c’è alcuno stop» ai trasferimenti visto che lunedì sono previsti in partenza alcuni treni per la Germania. Le stesse fonti sottolineano che è già stata spedita questa mattina alle autorità centrali tedesche, a quelle di Amburgo e alla società che si occupa di smaltire i rifiuti campani, una lettera in cui vengono date «ampie garanzie» sia sui «controlli attivati» sia sulle «verifiche che verranno effettuate in futuro».
Nelle lettera di rassicurazioni inviata alle autorità tedesche l’Italia spiega che «tutti i carichi in partenza saranno ulteriormente controllati» anche con l’impiego di «nuclei speciali dei vigili del fuoco». Si tratta, con ogni probabilità, dei nuclei Nbcr, presenti in ogni comando regionale e dotati di strumenti in grado di rilevare la presenza di sostanze radioattive, ma anche chimiche, batteriologiche e radiologiche.





                            Michele de Lucia