TURISMO CAMPANIA E SUD A PICCO, NORD EST E TOSCANA SALGONO

0

Un crollo degli arrivi fino al quaranta per cento in Campania, Sud e Lazio in frenata. Nord Est, Toscana e Lombardia piu’ ottimiste. E’ un’Italia a macchia di leopardo quella che emerge dall’analisi dei Dorsi Regionali del Sole 24 Ore sull’estate del turismo nel nostro Paese, presentata al ”2* Forum Turismo” organizzato dal gruppo editoriale.

A frenare gli arrivi dall’estero, secondo un sondaggio realizzato tra i principali operatori del settore, sono la forza dell’euro, la debolezza della domanda interna e della congiuntura economica e la scarsa disponibilita’ di infrastrutture. In assoluto, tuttavia, e’ il rapporto qualita’-prezzo a pesare negativamente e a porre l’Italia in una posizione di svantaggio rispetto ai principali concorrenti, Spagna su tutti. Punti di forza del territorio, invece, sono secondo gli operatori soprattutto il patrimonio artistico e paesaggistico e il livello di accoglienza e professionalita’ delle strutture.

Le previsioni di arrivi dall’estero vedono per l’estate 2008 un calo nell’ordine del 10% da Stati Uniti e Giappone, una crescita marginale per Germania e Gran Bretagna, un balzo cospicuo, dal 10 al 20%, per i turisti in arrivo dall’Est Europa. Sul territorio, i segnali piu’ negativi arrivano dalla Campania, dove si ipotizza un crollo degli arrivi fino al 40% rispetto al 2007. Male anche Calabria e Sicilia, mentre lo scenario sembra piu’ favorevole per Puglia e Basilicata. Difficolta’ anche per Lazio ed Emilia-Romagna, mentre per Marche, Toscana, Veneto e Val d’Aosta gli operatori sono piu’ ottimisti. Situazione favorevole anche per la Lombardia dove 7 agriturismi su 10 sono gia’ stati prenotati.