Napoli: spuntano Antonini, Acquafresca e Bocchetti

0

Nonostante il mercato non si infiammi ancora concretamente, continua il valzer dei nomi. Dopo quelli illustri di Saviola e Iaquinta, alcuni giovani emergenti sembrano prossimi ad essere acquistati dal Napoli. Robert Acquafresca, trascinatore della salvezza del Cagliari, è attualmente in comproprietà fra la squadra isolana e l’Inter: il suo procuratore Paolo Fabbri auspica di trovare un accordo prima delle buste del 25 giugno. In caso la comproprietà dovesse risolversi a favore dell’Inter, è probabile che Marino riesca a strappare il giocatore, che, come dice Fabbri, “ha bisogno di giocare” e non si pensa, obiettivamente, che Acquafresca potrebbe trovare spazio a sufficienza fra i campioni d’Italia.


Altro giocatore interessante è il laterale Luca Antonini: diviso fra Empoli e Milan, ha evidenziato, in Toscana, tante qualità positive, fra le quali spicca un’elevata duttilità, che lo ha portato a giocare sia come terzino che come esterno alto su entrambe le fasce. La retrocessione dell’Empoli sicuramente lo farà partire, solo che è da valutare la volontà del Milan: è possibile anche che i rossoneri vogliano dargli un’occasione, nel tentativo di ringiovanire la rosa. Lo stesso calciatore ha indicato che il suo sogno sarebbe giocare nel Napoli. “Sono rimasto impressionato dal tifo del S.Paolo – spiega- non riesco a dimenticare quando vincemmo con l’Empoli in uno stadio che era una vera e propria bolgia”. Un altro punto a favore i Antonini è il modulo del Napoli: il 3-5-2 si presta perfettamente alla sua grande adattabilità.


Dopo la buonissima stagione al Frosinone, Salvatore Bocchetti guarda al futuro: “Ho saputo dell’interessamento del Napoli e sono emozionatissimo di entrare negli obiettivi di un club così blasonato. Questa che si è conclusa è stata, per me, una stagione stupenda, coronata dalla convocazione nella nazionale under 21”. In comproprietà fra Frosinone e Ascoli, il difensore sembra destinato a partire per la serie A: “Ogni Napoletano sogna, fin da bambino, di indossare la maglia azzurra. Giocare con Lavezzi e Hamsik sarebbe un onore”.


 


Davide Marciano