Positano, legittimati a governare.

0

La vicenda politica di Positano, tiene banco in Costiera Amalfitana. Alla lettera di richiesta di scioglimento risponde la maggioranza con una lettera del sindaco:


La lettera inviata al Prefetto di Salerno dal gruppo di minoranza, con la quale si chiede lo scioglimento anticipato del Consiglio Comunale, è un atto gravissimo.


Con essa si assiste ad un ennesimo tentativo da parte dell’opposizione di un “golpe” per impedire alla maggioranza, democraticamente eletta, di continuare a governare nell’interesse del paese. Un’opposizione che ha mostrato, in questi tre anni, inconsistenza e sciatteria, animata solo da rancori e interessi personalistici, che ne hanno condizionato l’attività amministrativa.


Il gruppo di maggioranza è pienamente legittimato dalla legge a riconvocare il Consiglio Comunale di Positano e a ripresentare per l’approvazione il Bilancio di previsione 2008, dopo aver effettuato la surroga del consigliere comunale dimissionario, atto anch’esso dovuto per legge.


Questo clima di scontro portato avanti dalla minoranza sta avvelenando il clima politico del nostro paese, in un momento nel quale a livello nazionale si assiste, invece, ad un rasserenamento dei toni e del clima politico, giustificato dalla comune volontà di operare nell’interesse superiore dei cittadini.


Il gruppo di maggioranza è determinato a continuare l’esperienza amministrativa e ad evitare a tutti i costi l’umiliazione di un nuovo commissariamento, il quale risulterebbe nefasto, soprattutto in vista dell’avvio della stagione turistica.


Il bilancio di previsione, una volta approvato, prevede numerose opere pubbliche che cambierebbero in meglio la nostra città, come ad esempio i parcheggi, gli spazi per i giovani, l’ampliamento della casa comunale, nuove ed importanti opere fognarie, il recupero della Villa Romana.


Sarà per questo che l’opposizione vuole a tutti i costi arrivare allo scioglimento per impedire che tutto ciò si realizzi.


 


                                                                                                                        Il Sindaco


                                                                                                               Domenico Marrone