Rifiuti: ancora roghi a Napoli

0

Nuovi episodi nella notte: oltre 50 cumuli di rifiuti bruciati, necessari interventi Vigili del Fuoco


Napoli, 9 mag. – Non si placa l’emergenza legata all’accumulo di rifiuti in Campania: nella notte, sono stati incendiati oltre 50 cumuli di rifiuti, in particolare nei comuni di Melito, San Giorgio a Cremano e Casalnuovo. Diversi gli interventi effettuati dai Vigili del Fuoco anche nella periferia di Napoli, a Pianura e a Ponticelli, per far fronte all’emergenza causata dall’incendio delle ‘minidiscariche’ all’aperto.
 
A Chiaiano, il quartiere di Napoli nel quale si vorrebbe allestire una discarica da 700.000 tonnellate, proseguono intanto le proteste di gruppi di cittadini, con presidi in Via Cupa del Cane e in piazza Rosa dei Venti, mentre cassonetti, immodizie e masserizie ingombrano le strade intorno all’area. 

In questa stessa area, nei giorni scorsi, si sono verificati veri e propri episodi di guerriglia urbana, con blocco di servizi pubblici, sequestri di autobus, fermo della metropolitana 

La situazione a Napoli e provincia rimane altamente critica, e rischia di peggiorare a causa del limitato funzionamento dei siti di stoccaggio: al momento si stima che siano ancora 1400 le tonnellate accumulate in città, con situazioni particolarmente critiche in alcune zone della periferia; nell’intera regione, sono 35.000 le tonnellate di rifiuti da smaltire.

 •Rifiuti, sassi contro carabinieri a Savignano Irpino •Rifiuti, Napoli parte la raccolta differenziata automatica •Rifiuti La corte europea condanna l’Italia •Rifiuti in Campania, l’Italia verso in deferimento alla Corte di Strasburgo •Emergenza rifiuti De Gennaro ancora su


Segnala ad un amico

fonte: lavoce

                                   Michele De Lucia