La Salernitana vola in Serie B

0

Salerno, 27 aprile 2008- Un sole rovente sorride ai granata, pronti a disputare una partita che vale una stagione. Il pubblico dell’Arechi è quello delle migliori occasioni, accorso in massa per sostenere i propri beniamini. L’avversario di turno, il Pescara, sembra non credere nella possibilità di rovinare la festa: lo scarso numero di supporters giunto ad incitare gli ospiti ne è la dimostrazione.


 


La Gara- I padroni di casa sentono la partita, ma partono bene: dopo pochi minuti Turienzo centra il palo con Indivieri battuto. Il Pescara non sta a guardare e fa tremare i padroni di casa in più occasioni: i pericoli arrivano soprattutto dalla fascia destra, da dove partono parecchi cross insidiosi. Il portiere Pinna e i difensori mantengono il sangue freddo e negano la gioia della rete agli ospiti che, sul finale di tempo, si salvano grazie a Indivieri, bravo nel dire di no all’incornata di Turienzo.


Il secondo tempo comincia con un altro pericolo creato dagli avanti del Pescara che, seppur capaci di buone giocate, latitano il fase realizzativa. Al 7’ minuto la svolta: tiro dal limite che prende l’incrocio, sulla respinta Piccioni brucia tutti e fa esplodere l’Arechi. 1 a 0. Gli ospiti reagiscono e si gettano in avanti ma troppo spesso si affidano ad inconcludenti soluzioni balistiche che di rado chiamano Pinna alla parata. La partita si accende e in campo volano spinte, falli e cartellini gialli estratti dal sig. Gambini che, coadiuvato dai sig. Posado e Mascherano, ha arbitrato egregiamente. La gara si avvia alla conclusione: sono cinque i minuti di recupero. Al 48’, mentre la festa sta per cominciare, Di Napoli viene steso in area e guadagna un calcio di rigore. È lo stesso numero 10 a calciarlo e a realizzare. Salernitana 2 Pescara 0, Salerno è in delirio. Ma non è finita: c’è ancora tempo per un ribaltamento, mischia in area granata e rigore per gli ospiti. Sansovini va a battere sicuro di sé, ma Pinna compie il miracolo ed ottiene il suo momento di gloria. Su questo episodio cala il sipario. La Salernitana vince ed ottiene la promozione in serie B.


 


Una giornata perfetta- Salerno festeggia il ritorno nel calcio che conta in una giornata splendida. Le condizioni atmosferiche favorevoli, i circa trenta mila spettatori giunti allo stadio, la grande gara della squadra che non delude. Meglio di così non poteva andare: il pubblico dell’Arechi è di categoria superiore ed ha ottenuto ciò che merita. La squadra, regina del torneo, ha piegato un avversario vivace, che non è stato a guardare ed ha disputato una partita più che dignitosa. È lecito, dunque, lasciarsi andare in festeggiamenti liberatori ed è giusto guardare al futuro con ottimismo, viste le solide basi su cui poggia il roseo presente.


 


Davide Marciano

Lascia una risposta