AL VIA IL METRO´ DEL MARE

0






FRANCO MANCUSI Salpa per l’ottavo anno il metrò del mare, festival dei collegamenti marittimi veloci nei golfi di Napoli e Salerno. Trasporti alternativi, turismo culturale, sviluppo delle straordinarie vocazioni paesaggistiche locali. Ventiquattro porti, nove linee di promozione regionale (le prime due da stamane), stagione piena da aprile a ottobre attraverso le perle dei Campi Flegrei, di Napoli, delle costiere di Sorrento, Amalfi, Positano, sino alle sponde estreme del Cilento. Stimolati dal successo crescente di viaggiatori (dai 51mila del 2001 ai 271.708 dell’anno scorso, con un incremento del 521 per cento) gli organizzatori della macchina regionale hanno perfezionato ulteriormente il servizio sia per i turisti, in gran parte stranieri, che per i pendolari. «Tempi sempre più stretti di trasferimento, altre località collegate, migliore accoglienza a bordo degli aliscafi e dei catamarani», ha spiegato l’assessore Ennio Cascetta, nel corso della conferenza stampa di presentazione. Per sintetizzare i dati di una scommessa difficile, dopo otto anni ormai vinta, il governatore Antonio Bassolino ha ricordato le diciottomila auto in media sottratte al traffico delle più affollate arterie turistiche nel periodo di funzionamento del metrò del mare. «Risultati evidenti, attentamente studiati dagli amministratori delle più importanti metropoli continentali», ha detto Bassolino. «Effetti benefici anche per il rilancio turistico delle nostre località più importanti». E Nicola Coccia, presidente del consorzio di armatori che gestisce la rete dei collegamenti veloci stagionali, ha illustrato a tal proposito una serie di ritocchi al sistema dell’accoglienza, a bordo dei mezzi e nelle aree portuali: «Filmati e informazioni in italiano in inglese, hostess, servizio bar a tempo pieno, depliant e mappe turistiche delle zone toccate dai collegamenti, navette e bus per visitare monumenti e siti archeologici». Qualche esempio, riproposto dopo il successo registrato negli ultimi anni: le escursioni a Pompei, nei parchi archeologici di Baia e di Cuma, di Paestum e Velia, nella Solfatara e al Vesuvio. Speciali corse saranno organizzate nei giorni delle rappresentazioni liriche di Villa Favorita, a Ercolano, e delle antiche terme romane di Baia. Per non parlare degli sconti, delle agevolazioni e di un concorso fotografico. Basterà inviare agli organizzatori i click più singolari o divertenti realizzati durante le traversate, a bordo, o nelle più belle città toccate dal servizio: ai vincitori, non meno di cinque, soggiorni in Campania nei mesi di novembre e di dicembre. Oltre alla soddisfazione di veder pubblicate le proprie «opere» all’interno delle pubblicazioni illustrative che l’anno prossimo saranno riproposte sulle rotte dei collegamenti marittimi veloci. Confermato anche il call center (199 600 700); infopoint saranno inoltre allestiti nei botteghini degli scali per garantire tempestivamente notizie sull’evoluzione del tempo e su eventuali variazioni delle corse, per le quali sarà comunque previsto il «ritorno garantito» nelle località di partenza, in caso di necessità con mezzi alternativi via terra.

Il Mattino

Lascia una risposta