Positano bimbi lasciati a piedi dall’agenzia, salta la gita

0

I ragazzi delle terze elementari di Positano erano pronti a fare una gita per l’isola d’Elba e Lucca,  ma l’agenzia li lascia a piedi e la scuola annulla la gita provocando non poche delusioni sia nei più piccoli che nei familiari. A causare il tutto, pare, l’agenzia che all’improvviso aveva avvisato le scuole che gli autobus avrebbero preso i ragazzi di Positano e Praiano, che si trovano in Costiera Amalfitana, solo a Sorrento, in Penisola Sorrentina. Da qui l’annullamento della scuola perché gli accordi presi erano tutt’altri. Amareggiati i genitori.


“Per chi ha uno o più figli alle scuole medie di Positano, avrà saputo che, la gia programmata gita scolastica all’ isola d’ Elba e poi Lucca, è stata cancellata, con un preavviso (?) si spera, di almeno……..dodici ore – dice con ironia e amarezza Gianni Celentano, facendosi portavoce di tutti i genitori  -,. Un gruppo di ragazze si sono recate per chiedere spiegazioni di tale soppressione, alla signora Iacono,  e sembra che la motivazione ventilata, sia dovuta all’ impossibilità di poter fornire il pullman prenotato (di 60 posti a sedere) in quanto non adatto per le strade della Costiera, oppure dell’ isola d’ Elba.. All’ ora in cui scrivo, non mi èpossibile risalire alla veridicità della notizia, ma stà di fatto che, la gita è stata soppressa. Il malumore serpeggia e si vocifera (fra le ragazze deluse) di voler scrivere una lettera aperta alla Signora Preside dell’ istituto, e al Provveditore agli Studi di Salerno, e certamente, anche a chi possa divulgare questo malumore. A me, che mio malgrado vivo da vicino questo problema, in quanto ho una ragazza che frequenta la terza media, mi sorge spontanea una domanda, ” Ma chi ha organizzato il programma, era a conoscenza della esperienza dell’ azienda preposta al trasporto dei ragazzi, alcuni di queste persone, erano o no, a conoscenza del percorso  che questo pullman avrebbe dovuto affrontare considerando la possibilità oppure, la impossibilita di procedere?  Stà di fatto, che la cocente delusione delle ragazze, certamente non si affievolirà facilmente, rimane  il dispiacere, anche di genitore, di dover dare delle spiegazioni che probabilmente, non troveranno attenuanti fra queste future generazioni.” Da parte della scuola arrivano le spiegazioni della Preside Debora Adrianopoli. “Siamo spiacenti per quello che è successo – spiega la preside -, purtroppo l’agenzia che ha organizzato il tutto non è stata ai patti, mentre ci aveva assicurato che avrebbe preso i ragazzi fino a Praiano e Positano poi ci ha informato che dovevano andare fino a Sorrento e da lì abbiamo avuto dei problemi organizzativi che non potevamo risolvere in poche ore, inoltre abbiamo chiamato gli alberghi e in un albergo non c’erano neanche le prenotazioni. Saremmo stati irresponsabili se mandavamo i ragazzi in gita senza neanche sapere con certezza se trovavano posto per dormire. Valuteremo se agire nei confronti dell’agenzia.”


 


 


 

Lascia una risposta