ORA E´ UFFICIALE, NIENTE MANCHESTER PER TOTTI

0

ROMA – Una valigia carica di speranza. E’ quella con cui la Roma, domani mattina, partirà alla volta di Manchester per provare a ribaltare lo 0-2 inflitto dallo United nella gara d’andata dei quarti di finale di Champions League. Per un paio di giorni la squadra Spalletti dovrà mettere da parte la rincorsa all’Inter capolista per cercare di concentrarsi esclusivamente sulla partita dell’Old Trafford. Nel “teatro dei sogni”, che in passato non ha concesso troppi appigli per fantasticare (come dimenticare la serata da incubo del 7-1?), potrebbe consumarsi infatti l’ultima rappresentazione della Roma sul palcoscenico europeo. E, nella mente di Luciano Spalletti e dei suoi calciatori, l’obiettivo sarà quello di non recitare la parte della semplice comparsa ma, anzi, scendere in campo per giocarsi fino all’ultimo le residue chance di qualificazione. Anche nella gara di mercoledì, come già in occasione dello 0-2 dell’Olimpico, non ci sarà sul terreno di gioco l’atteso confronto tra le due “prime donne” dei rispettivi club. Nella Roma, infatti, il capitano Francesco Totti sarà costretto a saltare il match a causa della lesione ai flessori della coscia sinistra rimediata nella trasferta di Cagliari. La tabella di recupero, stilata dallo staff medico per il numero 10 giallorosso, dovrebbe consentire a Totti di tornare a disposizione per la sfida di domenica prossima contro l’Udinese, fondamentale per la lotta scudetto. In casa Manchester, invece, risponderà “presente” l’asso portoghese Cristiano Ronaldo che, assieme al bomber Rooney, rappresenterà ancora una volta il pericolo numero uno per la retroguardia romanista con i suoi 37 centri in stagione. Nonostante l’assenza di Totti, Spalletti potrà sorridere per i rientri di Juan e Perrotta (assenti nella gara d’andata) e di Pizarro (fuori per squalifica nel 3-2 di sabato col Genoa). Buone notizie anche per quanto riguarda Aquilani, regolarmente convocato dopo aver saltato l’impegno con i grifoni a causa di un problema al collo del piede destro, e Vucinic, caricato a dovere dalla splendida rete messa a segno nell’anticipo di campionato. A spingere la Roma verso quella che dovrà essere a tutti gli effetti un’impresa (anche perché solo nella stagione 1988-89, contro il Norimberga in Uefa, i giallorossi furono capaci di passare il turno in campo europeo imponendosi in trasferta dopo aver perso la gara d’andata in casa) saranno circa 3.500 supporter che, dagli spalti dell’Old Trafford, spingeranno i propri beniamini verso un passaggio del turno che, se dovesse arrivare, aprirebbe alla banda Spalletti le porte delle semifinali. Per tornare a pensare al campionato, alla partita con l’Udinese e al duello tricolore con l’Inter, ci sarà tempo da giovedì. Chissà se davvero con una valigia non ancora svuotata di tutte le speranze.




















ASSOCIATE
Nedved dimesso, mi sono spaventato
 
VIDEO
Guai Manchester, ma Totti e’ out
Ferrari, ora l’avversario e’ la Bmw
La domenica dell’Inter e di Zenga
A Palermo Amauri e Del Piero show


www.ansa.it


                                Michele de lucia