Amalfi in pole position la differenziata supera il 65%

0

Supera ogni previsione la raccolta differenziata dei rifiuti che, ad Amalfi, ha toccato il 65% in appena due mesi. «Si tratta della più alta percentuale della Costiera – dice l’assessore all’Igiene Francesco Laudano – oltre che di un grande risultato conseguito grazie alla collaborazione dei cittadini. Il lavoro va incrementato per migliorare il risultato specie in vista dell’estate». Intanto, nel bilancio di previsione, figurano alcuni aumenti delle imposte proprio come Tarsu (il rincaro si attesta sul 15%) e addizionale Irpef che passerà dal 5 al 7 per mille. «Purtroppo era prevedibile che ciò accadesse – avverte il vice sindaco Giovanni Camera – per effetto della differenziata che ha comportato l’assunzione full time di 31 netturbini e dell’emergenza rifiuti». Anche in altri paesi si stanno organizzando con la raccolta differenziata arrivando a percentuali elevate in Costiera Amalfitana, anche se Minori è stata la prima in questo campo, Ravello e Maiori, rimane ancora indietro Positano e Praiano