Napoli. Sandra Milo e Rosario Ferro.

0

Presenze ravvicinate di Sandra Milo e Rosario ferro al Teatro “Il Primo” e al “Bolivar”.


 


Giovedì 27 e Venerdi 28 Marzo 2008


ore 21.00


Teatro Il Primo


Via Del Capricorno, 4 Napoli


………………………………………………………. 


Sabato 29 Marzo 2008


ore 21.00


Teatro Bolivar


Via Bartolomeo Caracciolo, 30 Napoli


 


Rosario Ferro


Sandra Milo


in



Una sera c’incontrammo…


per fatal combinazione


di Corrado Taranto


Regia di Rosario Ferro


 


Una nota sullo spettacolo precisa, quanto segue: “Sandra Milo e Rosario Ferro sono i protagonisti di “Una sera c’incontrammo… per fatal combinazione”, una nuova esilarante commedia scritta da Corrado Taranto. L’incontro tra una diva del cinema italiano degli anni d’oro ed un attore di tradizione teatrale classica, in occasione di un’audizione per uno tv show, darà luogo ad una serie di divertentissimi spunti comici, ai quali faranno da contrappunto le esibizioni strampalate degli altri aspiranti artisti convenuti nel moderno studio televisivo. Ricordi, gags, equivoci, siparietti musicali, ed una disincantata critica all’attuale show business, sono gli ingredienti che danno vita a questo spettacolo frizzante ed originale, un caleidoscopio di colorati momenti divertenti e coinvolgenti, in nome della tradizione del varietà teatrale, il tutto arricchito da una presenza d’eccezione quale quella dell’attric,e che è stata simbolo e musa del genio creativo del grande Federico Fellini. Ancora una volta Rosario Ferro ed il teatro IL PRIMO sono quindi artefici di un’operazione che punta al gusto del pubblico senza perdere di vista l’intento di uscire fuori dalla banalità piatta della comicità mordi e fuggi.”


 


Spettacolo da gustare per poter rivedere in scena una signora del cinema italiano, che ha avuto in Federico Fellini sostegno ed attenzione, mentre ci si potrà rendere conto della presenza scenica di Rosario Ferro. Il testo misurato dalla penna di Corrado Taranto, autore ed attore conosciuto, ci potrà raccontare di episodi edi lampi artistici. Da vedere, da non perdere. 


 


Maurizio Vitiello