NAUTICA: NAPOLI; 20 IMPRESE PRONTE A SBARCARE A SHANGAI

0

NAPOLI – Mettere in contatto gli investitori cinesi con gli imprenditori napoletani. E’ l’obiettivo della Provincia di Napoli che, in collaborazione con la Camera di Commercio partenopea, accompagnera’ circa venti aziende della nautica da diporto al ”China international show boat” di Shangai, in programma dal 10 al 13 aprile. Oggi, nell’ambito del Nauticsud attualmente in programmazione alla Mostra d’Oltremare di Napoli, una conferenza stampa ha presentato il progetto che si inserisce nel programma di internazionalizzazione Plait dell’Ente provinciale napoletano. ”Il settore nautico – ha detto l’assessore alle Risorse strategiche Guglielmo Allodi – rappresenta un segmento industriale con segni positivi e trend in costante crescita”. Infatti, secondo i dati forniti dall’azienda speciale della Camera di Commercio, Cesvitec, ”le imprese della filiera marittima sono aumentate dal 2002 a oggi del 20 per cento e la Campania e’ la prima regione d’Italia per le imbarcazioni immatricolate comprese tra i 18 e i 24 metri, la seconda per le barche oltre i 24 metri e per imbarcazioni immatricolate e infine la quarta per dotazione di posti barca”. ”Il mercato cinese – ha detto il presidente dell’Ente camerale di Napoli, Gaetano Cola – e’ molto interessato alle nostre imprese e noi abbiamo sempre dimostrato di essere all’avanguardia in questo settore”. Non a caso, ha sottolineato il presidente di Cesvitec, Costantino Formica, ”il nostro punto di forza e’ quello di conciliare il mondo dell’impresa con quello della ricerca”. Presente alla conferenza anche il ricercatore dell’Istituto di chimica e tecnologie dei polimeri del Cnr, Mario Malinconico, il quale ha illustrato come ”la Campania sia la sede delle eccellenze nella ricerca dei matariali”, con i suoi centri di ricerca che stanno studiando i diversi modi di riciclare materiali poveri e vetroresina per la realizzazione della componentistica per imbarcazioni da diporto. La ”missione cinese” sara’ soprattutto ”un’occasione – come ha detto il presidente dell’Acen, Ambrogio Prezioso – per esportare i modelli industriali napoletani di alto livello qualitativo”, nell’ambito di un piu’ vasto programma di internazionalizzazione che, come ha spiegato il dirigente provinciale alle Politiche comunitarie, Claudio Pomella – sta portando le eccellenze industriali operanti sul territorio partenopeo in giro per i mercati mondiali maggiormente in espansione”. (ANSA). YBI-DT


                                          Michele de Lucia