Arluno (MI). Piersandro Coelli.

0

 


6 – 20 aprile 2008


Arluno (Mi) | Spazio Civico Museale


Via Martiri della Libertà, 23 


Domenica 6 Aprile, alle ore 17, il Comune di Arluno con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano ed in collaborazione con la Galleria Schubert, inaugura la mostra personale di Piersandro Coelli Domani è un altro giorno, forse…, presso lo Spazio Civico Museale arlunese Francesco Tonali.


Una cinquantina di opere dell’irriverente e ironico artista milanese saranno esposte nella nuovissima sala dello Spazio Civico Museale. In questa occasione verrà presentata una prestigiosa monografia edita dalla Galleria Schubert con le presentazioni dell’Assessore alla Cultura della Provincia di Milano, Daniela Benelli e del Sindaco di Arluno, Luigi Losa,  con gli interventi critici di Ettore  Ceriani e Roberto Roda, una lettera scritta per l’occasione dal maestro Valerio Adami, una poesia di Carlo Castellaneta dedicata alle opere di Coelli ed un’intervista all’artista di Simonetta M. Rodinò. Dopo l’esposizione arlunese, la mostra proseguirà a Milano presso la Galleria Schubert.


Difficile è definire lo stile di Piersandro Coelli che come afferma Roberto Roda “non è un artista facilmente etichettabile”. Ed è proprio questa forse la caratteristica che lo ha portato non solo su e giù per l’Italia ma attraverso il mondo intero. Prova ne sono le innumerevoli mostre allestite presso spazi pubblici e gallerie private, da Torino a Messina, da Tokyo a Chicago.


L’Assessore alla Cultura, Daniela Benelli, individua nell’esperienza artistica di Coelli due forze, “la prima è quella del suo estro e della sua passione, instancabili; la seconda è la costanza delle sue immagini e dei suoi motivi iconografici, che caratterizzano uno stile e parlano un linguaggio suo, molto connotato”. Continua la Benelli, “Coelli ha impatto perché attinge a fonti diverse, mischiandole e riposizionandole con fantasia crescente: la grafica pubblicitaria, il fumetto, la foto, il collage, un “brainstorming” di citazioni artistiche, il “vintage”. Comune denominatore e chiave di lettura è l’ironia con la quale l’artista gioca, si diverte e fa divertire.


 


Info:


Galleria Schubert


20122 milano


via fontana 11


tel +39 02 54 10 16 33