TU CHIAMALE SE VUOI…….EMOZIONI

0

TERAMO –  In attesa della bella stagione, anche il mondo delle auto si apre come i fiori in primavera. E fra le prime ad aprirsi ai primi caldi e ai timidi soli primaverili è la Bmw Z4. La spider bavarese (disponibile anche nella variante di carrozzeria coupè), è equipaggiata con 4 motorizzazioni benzina (2000 da 150 cv, 2500 da 177 e 218 cv, 3000 da 265 cv e 3200 da 343 cv). Guardando la Z4 non si può non rimanere colpiti dalla particolarità della linea, che la discosta dalle altre spider presenti sul mercato italiano. La Z4 presenta un cofano allungato contrapposto a una coda piccola e tronca, linee e nervature tese lungo i fianchi dell’auto (particolari gli indicatori di direzione incastonati nei loghi BMW), un assetto sportivo che fa da subito denotare la dote di sportiva mangiasfalto che la spider bavarese incarna. Salendo a bordo, ci si ritrova in un abitacolo studiato esclusivamente per accogliere 2 persone, in linea con il Dna delle spider sportive. Nullo è lo spazio dietro ai sedili sportivi dal design accattivante (come su ogni sportiva di razza sono anatomici e performanti), sportivissima e elegante (con gli inserti in alluminio) la consolle centrale, che in linea con il BMW Style è molto lineare e senza troppi orpelli inutili. Il posto guida della Z4, poi, rispecchia in pieno le doti sportive della bavarese tutto pepe: basso, guida quasi distesa, volante sportivo a 3 razze, leva del cambio corta, pedaliera ravvicinata. Ed ora il test drive. La Z4 provata è stata la 2000 150 cv da 35150 €. La Z4 degna figlia della Z3 e anche della mai dimenticata Z1 di inizio anni ’90, è una spider molto particolare nella linea e anche ricercata da chi voglia possedere un auto importante, bella da vedere, e soprattutto divertente da guidare. Infatti su strada la Z4, non risulta essere una di quelle sportive difficili da guidare, senza confort alcuno, ma anzi, ha un confort egregio e si lascia guidare in maniera tranquilla (se non si pigia a fondo sull’acceleratore). Se poi pensiamo che è utilizzabile tutto l’anno grazie alla capote in tela robusta e bella da guardare, si capisce come possa essere sfruttata in ogni momento, con ogni clima, dando sempre lo stesso risultato: emozioni al volante in tutta sicurezza. Infine i prezzi con i distinguo fra Spider e Coupè. Per la Coupè 2 sono i prezzi: 42500 € della 3000 da 265 cv e 60800 € della 3200 da 343 cv (Benzina). Per la Spider si va invece dai 32800 della 2000 da 150 cv ai 62350 € della 3200 da 343 cv (Benzina).


 


 


Bruno Allevi