CALCIO: SERIE A. SPALLETTI, ROMA TOSTA CONTRO UN GRANDE NAPOLI

0

La Roma continua a vincere e a divertire e Spalletti non puo’ che elogiare i suoi ragazzi, capaci di espugnare il San Paolo dopo aver vinto al Bernabeu.
  “La mia squadra – spiega il tecnico giallorosso -. e’ entrata in campo con l’approccio giusto, ben sapendo i pericoli che presentava questa partita e siamo riusciti a mettere la gara subito in discesa grazie al grande gol di Perrotta. Quelli conquistati oggi sono punti pesanti perche’ ottenuti contro un Napoli fortissimo. La mia squadra ha meritato questa vittoria, il gol ad inizio gara ci ha permesso di giocare in contropiede e creare tante occasioni importanti, ma il Napoli non ha mai mollato, e’ stata una bella partita tra due grandi squadre.
  Abbiamo vinto una gara tosta e con merito, e’ stata durissima, ecco perche’ dico che quelli di oggi sono punti pesanti”. A decidere la partita Perrotta e Totti. “Del resto sono quelli che teniamo piu’ vicini alla porta, tocca a loro creare problemi alle difese avversarie – spiega Spalletti -.
  Perrotta fa un lavoro importante anche in fase difensiva, ma oggi anche Francesco ha dato un contributo notevole nell’accorciare la squadra, nonostante venerdi’ avesse subuto un attacco influenzale”. La Roma vince, ma l’Inter, che ieri ha vinto in casa con la Reggina senza convincere, resta a +6.
  “Sotto l’aspetto del gioco – ammette Spalletti – ho visto fare di meglio all’Inter, ma questa squadra ha giocatori, maturita’ e mestiere che le permettono di fare comunque la differenza. Le partite a disposizione per noi sono sempre meno, ma ci sta di restare a -6 visto che loro giocavano in casa e noi su un campo difficile come quello del Napoli”. Aquilani sembra ormai aver rubato il posto a Pizarro. “Il loro impiego – spiega Spalletti – dipende anche dagli infortuni e dalla condizione, Aquilani aveva bisogno di tempo e di allenamenti dopo l’infortunio, Pizarro, invece, ultimamente ha subito un risentimento muscolare che non gli ha permesso di allenarsi con continuita’ e farlo giocare tutta la partita era un rischio”. Tornando alla gara con il Napoli, Spalletti spiega: “la squadra ha saputo anche soffrire, senza dimenticare che e’ andata vicina al terzo gol. Dobbiamo migliorare nella gestione della gara, perche’ quando si e’ in vantaggio di due gol si tende ad accontentarsi e invece dovremmo cercare la terza rete


fonte.iltempo.it


                                     Michele De Lucia

Lascia una risposta