CIRIELLI RINUNCIA, COSTIERA AMALFITANA SENZA CANDIDATI

0

Rimbalzata a Ravello (dove ieri era in corso una convention di Alleanza Nazionale in vista delle elezioni) la notizia della rinuncia alla Camera del deputato uscente Edomondo Cirielli. Con la rinuncia di Edmondo Cirielli la Costiera Amalfitana rimane senza candidati di riferimento. Edmondo Cirielli, di Alleanza Nazionale, ex comandane della Compagnia dei carabinieri di Amalfi, è molto radicato in Costiera Amalfitana. Edmondo Cirielli dunque rinuncerebbe a ricandidarsi alla Camera per far spazio a Gerardo Motta, imprenditore e consigliere comunale a Battipaglia. Il parlamentare di An potrebbe succedere – essendo primo dei non eletti – ad Adriana Poli Bortone (già sindaco di Lecce, candidata al Senato ed europarlamentare, che gli cederebbe il seggio) consentendo un immediato rinnovamento del partito a livello locale. «Se la mia federazione non ha la possibilità di concorrere per un secondo posto in lista alla Camera, sono disponibile – dice Cirielli – Per Motta (attualmente quinto in lista, ndr) o per chiunque altro lo farei. Ho una grande responsabilità ma rinunciare all’Europarlamento sarebbe una perdita per il mio partito e la mia federazione.” Per un certo momento si era pensato anche alla candidadura di Salvatore Gagliano, albergatore a Praiano, consigliere regionale, che sarebbe stata una scelta opportuna per il suo interessamento (presente in continuazione con interrogazioni e comunicati per Positano, Amalfi, Ravello) intanto a Salerno il rush finale per la composizione delle liste alla Camera e al Senato del Pdl ha fatto registrare l’ennesima giornata interlocutoria anche se sono emerse le prime certezze. Sicura la candidatura in posizione eleggibile dell’imprenditore battipagliese Domenico De Rosa, a capo del gruppo Smet operante nel settore dei trasporti e della logistica. Il suo nome è rimbalzato a Roma insieme a quello di un altro imprenditore molto noto, Gerardo Soglia. Dando dunque per blindate le posizioni di Soglia e De Rosa, la composizione della griglia di Campania 2 in casa Fi vede le leadership di Mara Carfagna e Mario Pepe, mentre Pasquale Vessa rimane sul filo del rasoio al numero 17. Per quanto attiene le quote rosa, in rialzo Anna Ferrazzano di Azzurro Donna e di Rosangela Cestara.
Sul fronte degli esclusi, Fi ha adottato una scelta drastica, la non candidatura di gran parte della nomenclatura uscente. Nessuna chance per Franco Brusco e Gaetano Fasolino, bruciante anche l’esclusione dell’europarlamentare Giuseppe Gargani. Ieri sera si è discusso anche della posizione di Aniello Salzano: qualcuno ha ipotizzato una posizione di servizio, cosa che lo stesso ex sindaco di Salerno rifiuterebbe a priori. Per quanto attiene An, giunge a tarda sera la notizia della rinuncia ad una candidatura certa alla Camera per il coordinatore provinciale Edmondo Cirielli, che opterebbe per le prossime europee. Cirielli spalanca così le porte al battipagliese Gerardo Motta, in quota eleggibile al numero 8. Al Senato, al numero 16, il senatore uscente Nino Paravia mentre al 18 rientra in gioco l’ex deputato Enzo Fasano. In bilico la posizione dell’ex An Franco Cardiello. Per il Partito Democratico i giochi sono già fatti e non vi è alcun riferimento con il territorio amalfitano, diversamente Sorrento e l’area della Penisola Sorrentina e Penisola Sorrentina sono rappresentate dalla presenza del sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani e da Nello Di Nardo per l’Italia dei Valori entrambi al Senato.