CALCIO: GENOA-NAPOLI 2-0, BORRIELLO CAPOCANNONIERE

0

Genova, 27 feb. – Tre punti dal sapore di coppa Uefa per il Genoa che supera 2-0 il Napoli. Decidono il match le reti di Sculli e Borriello. Gara vibrante sin dalle prima fasi di gioco. Al 10′ Blasi dalla distanza non impensiriva Scarpi, due minuti dopo ancora una forte conclusione ma il tiro di Leon si perdeva sopra la traversa della porta difeda da Gianello. Al 19′ Gasperini costretto al primo cambio: fuori Paro non al top della condizione, al suo posto entrava Juric. Al 29′ i rossoblu’ di Gasperini sfioravano il vantaggio: splendida punizione a girare dell’honduregno Leon con palla che si stampava sul palo alla sinistra di Gianello.
  Al 35′ la debole conclusione da fuori area di Fabiano si spegneva sul fondo. Il Genoa forzava di piu’ in fase offensivo mettendo a dura prova la difesa del Napoli. I campani di Reja, pero’, non rinunciavano al contropiede, puntando sulla velocita’ di Calaio’ e Sosa. Al 40′ il Genoa si portava in vantaggio con Sculli, bravo a controllare palla in piena area azzurra, si girava e infilava Gianello. Un minuto dopo gran botta da fuori di Sosa respinta da Scarpi, sulla palla arrivava Hamsik che centrava la porta.
  Nella ripresa, al 14′ si vedeva Borriello: l’attaccante calciava debole da posizione defilata, senza impensierire Gianello. Reja inseriva anche Lavezzi ma al 30′ Borriello si involava verso la porta del Napoli, entrava in area e veniva steso da Domizzi. L’arbitro fischiava il calcio di rigore (espulso il difensore dei campani) che lo stesso attaccante italiano non falliva (sedicesima rete stagionale e primo posto solitario nella classifica cannonieri). (AGI)



CALCIO, NAPOLI; DE LAURENTIIS: NESSUN RIMPROVERO A SQUADRA



Aurelio De Laurentiis accetta con molta diplomazia il ko del Napoli con il Genoa. ”Non ho nessun rimprovero da fare alla squadra – ha detto il presidente dei partenopei -. In ritiro avevamo pensato di poter fare due punti in queste due trasferte, invece abbiamo conquistato tre punti e adesso abbiamo il ciclo terribile con le grandi che sono sicuro la squadra affronterà con grande determinazione. Dobbiamo lavorare duro, siamo una squadra giovane che deve crescere. Non dobbiamo mettere pressioni, la stampa e i tifosi non possono pretendere niente da questi ragazzi che sono giovanissimi e lavorano duro per dare il loro meglio. Io non sono un tecnico, dico solo che c’erano giocatori molto stanchi per il doppio impegno, altri fuori per squalifica o per infortunio e non potevamo fare di meglio”.


                                                                 Michele De Lucia