A LEZIONE CON IL PREFETTO: I NEO LAUREATI IN ECONOMIA INCONTRANO CLAUDIO MEOLI

0


Proseguono con successo gli incontri di “didattica attiva” dell’ Università di Salerno. Il Prefetto di Salerno dott. Claudio Meoli ha ospitato ieri 21 febbraio nell’ aula di rappresentanza del Palazzo del Governo, i giovani laureati della facoltà di economia iscritti al corso di laurea specialistica con indirizzo “Managment delle imprese pubbliche”.


L’evento, dal tema “Il ruolo del Prefetto alla luce delle recenti normative” segue  l’iter degli incontri organizzati dal Prof. Sergio Gambardella, della Cattedra di Diritto Pubblico dell’Economia, e rappresenta l’ integrazione del corso di base che traduce in pratica fattiva il seguito del seminario tenutosi lo scorso 17 gennaio scorso presso la sede dell’Equitalia Etr in via delle Calabrie.


Scopo dell’incontro di ieri, al quale erano presenti anche il Dott. Cannizzaro, Vicario del Prefetto, Il dott. Principe ed il Dott. Trevisan, direttore di E.tr Salerno, è stato quello di rendere più agevole agli studiosi l’ apprendimento della funzione istituzionale del Prefetto, attraverso l’analisi dell’ organizzazione delle sue funzioni. Durante la lezione, sua Eccellenza il Prefetto ha parlato a lungo degli organi facenti parte della Prefettura, partendo dalle origini storiche dell’ istituzione fino ai nostri giorni. A tal riguardo, il professore Gambardella ha precisato che: << circa la figura del Prefetto c’è un’ ampia disinformazione fra i giovani. Ecco perché ho pensato ad una serie di lezioni interattive per i miei studenti. Offriremo in tal modo una base conoscitiva non più solo teorica, ma una conoscenza pratica di come in realtà funzionino gli organi statali e quindi le organizzazioni che gestiscono servizi pubblici. Vorrei comunque precisare che questi incontri non sono assolutamente succedanei delle lezioni frontali, né dello studio dei manuali indicati nella guida dello studente essendo essi una integrazione pratica del corso. Sono altresì previsti ancora tre seminari da tenersi rispettivamente presso le sedi salernitane dell’Inps, dell’Agenzia delle entrate, e della Guardia di Finanza.>>  Il nuovo modello di “didattica attiva”, concepito dalla cattedra di Diritto Pubblico dell’Economia, prende quindi spunto dall’ idea di poter affiancare alle conoscenze teoriche di base, anche cognizioni metodologiche-operative, facendo acquisire agli studenti capacità pratiche e relazionali tipiche del management. Durante i prossimi seminari, quindi, alla lettura del testo ed alle lezioni di diritto si affiancheranno gli incontri con i dirigenti degli uffici pubblici. Intanto, data l’affluenza registrata, l’esperimento didattico sembra aver incontrato il favore degli studenti-dottori, che nella sperimentazione di un modulo formativo nuovo si avvicinano gradualmente alla realtà concreta delle istituzioni.