SI BARRICA IN ASILO, LIBERATI 5 BIMBI

0

REGGIO CALABRIA – Un quinto bambino è stato rilasciato da Cristian Familiari, l’uomo che da stamani si è barricato nell’asilo ‘Il girotondo’ a Reggio Calabria. Il bambino all’uscita era avvolto da una coperta ed è stato consegnato ai suoi genitori. Secondo quanto è stato riferito dagli investigatori, all’interno dell’asilo restano tre bambini e la maestra.

L’uomo, armato di taglierino, si chiama Cristian Familiari, ha 32 anni, e ha deciso di fare irruzione per denunciare suoi problemi economici legati alla chiusura di due attività. Familiari attraverso una finestra dell’asilo ‘Girotondo’ sta colloquiando con il Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Franco Scuderi, e con il sindaco, Giuseppe Scopelliti.

“Non vado via di qua se non mi consegnate 500 mila euro”, ha detto Cristian Familiari al procuratore della Repubblica Franco Scuderi, il quale sta continuando a rassicurarlo poiché si sospetta che l’uomo prima dell’irruzione nell’asilo possa avere assunto sostanze psicotrope. Scuderi sta colloquiando attraverso il vetro rotto di una finestra.

L’uomo ha chiesto i 500 mila euro per poter riaprire le sue due attività commerciali chiuse tempo fa a causa di problemi economici. Familiari, nel corso del colloquio con il procuratore di Reggio Calabria, Franco Scuderi, ha anche detto che dopo la consegna del denaro si allontanerà dall’asilo con tre dei dieci bambini in modo da evitare che venga bloccato dalla polizia. La trattativa è attualmente in corso e l’uomo, secondo quanto si é appreso, è in stato di forte agitazione. La zona è costantemente controllata anche da un elicottero della polizia di Stato.


WWW.ANSA.IT


                                          MICHELE DE LUCIA