In nome del risparmio energetico, luci spente sulla Granda

0

Nel giorno della vigilia dell’anniversario dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, oggi si celebra la Giornata internazionale del risparmio energetico ‘M’illumino di meno’, promossa dalla trasmissione radiofonica ‘Caterpillar’ di Rai Radio 2, con il patrocinio della presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero dell’Ambiente. L’iniziativa vuole dimostrare come il risparmio sia una possibilità concreta e reale, alla quale attingere per superare i problemi energetici che riguardano da vicino gran parte delle nazioni del pianeta. Lo scorso anno il ‘silenzio energetico’ coinvolse simbolicamente le piazze ed i monumenti di tutt’Italia: dal Colosseo all’Arena di Verona, dalla Basilica di Superga al Duomo di Milano, da piazza San Marco a Venezia al Maschio Angoino di Napoli, da piazza del Campo a Siena alla Valle dei Templi di Agrigento, fino ad arrivare alle nostre vie e ai nostri monumenti cittadini. L’invito rivolto a tutti i cittadini è quello di spegnere le luci ed i dispositivi elettrici non indispensabili, a partire dalle 18 e fino al sorgere del sole, un piccolo gesto per tagliare gli sprechi, che permette di diminuire i consumi in eccesso e mostrare come sia possibile un diverso e più consapevole utilizzo dell’energia. Il tutto riscoprendo anche il romanticismo di una cena a luce di candela e la ricchezza del silenzio nella nostra casa, ad apparecchi elettrici spenti.

Per ‘dare il buon esempio’, sottolineare l’importanza dell’iniziativa e sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi del risparmio energetico, anche in numerosi centri della provincia di Cuneo oggi si spegneranno le luci sulle principali opere scultore, palazzi e luoghi simbolo. A partire dal capoluogo di provincia: a Cuneo il faro della stazione nel piazzale della Libertà, la Torre Civica, la sede del Municipio e palazzo San Giovanni saranno ‘oscurati’ questa notte, ma anche in quella di sabato e domenica. A Cuneo stasera si spegneranno anche – dalle 18 alle 20 – le insegne della sede cittadina dell’UBI Banca e delle banche rete del Gruppo, mentre in piazzetta Audifreddi i Giovani del Partito Democratico cittadino allestiranno dalle 17 e 30 un banchetto informativo, in cui verranno anche distribuite gratuitamente lampadine a basso consumo energetico e materiale informativo.

Anche le luci che illuminano la Zizzola di Bra saranno spente per un’ora, a partire dalle 18 di oggi, iniziativa questa che va ad affiancarsi ad altre promosse dall’Amministrazione comunale a favore del risparmio energetico, tra cui si ricorda la distribuzione di lampadine a basso consumo a favore di scuole e cittadini, mentre è in corso l’iter per l’approvazione di un nuovo regolamento comunale per il risparmio energetico in edilizia. A Savigliano resteranno spente in modo simbolico le luci del centro cittadino, dalle 18.00 alle 19 e 30, mentre i giardini Parco Graneris saranno senza illuminazione per tutta la notte, a partire dalle 18.00.

Anche il Comune di Mondovì aderisce alla giornata internazionale del risparmio energetico: l’Amministrazione comunale spegnerà per l’intera notte l’illuminazione del monumento cittadino più visibile, la Torre del Belvedere, che caratterizza con la sua immagine il caratteristico profilo del borgo di Piazza. Il Comune di Saluzzo donerà il suo contributo ‘spegnendo’ l’illuminazione di alcuni monumenti cittadini, quali la Castiglia, il convento di San Giovanni (facciata e campanile), la torre civica e l’antico palazzo comunale. Con l’occasione sarà inoltre promossa una distribuzione gratuita di lampadine ad alta efficienza di classe ‘A’ (con potenze da 15 watt e 20 watt), riservata ai cittadini residenti. Queste lampadine, pur producendo la stessa luce di una tradizionale, durano 8 volte di più e consumano 5 volte meno. La distribuzione avverrà per tutto il mese di febbraio presso il settore ‘Governo del territorio – lavori pubblici’, situato al piano seminterrato del Municipio (via Macallè, 9), dal martedì al venerdì dalle ore 9 alle 12. Le lampade sono state fornite gratuitamente dalla società ‘Enel sole’. Si spegnerà inoltre l’illuminazione del Monastero di santa Maria della Stella a Rifreddo di Saluzzo, con l’impegno per il resto dell’anno a produrre eventi per il risparmio energetico.

A partire dalle 18 anche la città di Fossano abolirà per circa mezzora le luci che illuminano i principali monumenti del centro storico, come farà pure la Banca Alpi Marittime di Carrù, che ha aderito a ‘M’Illumino di meno’ decidendo di spegnere fino a domani mattina tutte le luci esterne che illuminano il Castello di Carrù, sede storica della stessa Banca Alpi Marittime. Tra le 19 e le 20 a Borgo San Dalmazzo si spegneranno quindi le luci del santuario di Monserrato e di piazza della Meridiana, mentre presso la biblioteca civica sarà rivolto agli utenti l’invito a non servirsi dell’ascensore. Nelle scuole cittadine sarà inoltre distribuito un foglio contenente il decalogo utile ad ottenere, attraverso semplici accorgimenti quotidiani, risparmi energetici. Il Comune di Dogliani lascerà al buio, a partire dalle 18, la Torre dello Schellino nel giardino del Palazzo Comunale, a Boves si ‘spegneranno’ di Municipio e la Biblioteca civica del Ricetto e a Barolo nessuna luce illuminerà il centro storico, ed in particolare il castello comunale ‘Falletti’. A Roccaforte Mondovì, infine, verranno spente le luci dell’antica Pieve di San Maurizio e della passeggiata che conduce ad essa. Aderiscono all’iniziativa anche numerose scuole della Granda, singoli privati e cooperative.

Convinti dell’importanza di un uso responsabile delle fonti di energia e della fondamentale salvaguardia della nostra preziosa ‘Madre Terra’, anche di noi di TargatoCn aderiamo alla campagna ‘M’illumino di meno’. Come si può leggere anche nella pagina web di Radio Due dedicata all’iniziativa, spegneremo i dispositivi elettronici dalle 18 in poi, riducendo inoltre all’essenziale l’uso di fonti di luce e di energia elettrica. Pratica, questa, che ci impegnamo a portare avanti tutti i giorni dell’anno.


Chi volesse sostenere ufficialmente la campagna, può farlo sul sito internet della trasmissione ‘Caterpillar’ di Rai Radio 2 (www.caterueb.rai.it), dando voce al racconto delle idee più interessanti ed innovative.


                                              MICHELE DE LUCIA