Politica/ Candidature, aut aut di Bassolino agli assessori

0

Politica/ Candidature, aut aut di Bassolino agli assessori

redazione – 12.02.08, 7:23 am

Seduta a rischio per il Consiglio regionale campano, chiamato domani, a proseguire l’esame e l’approvazione dello Statuto in prima lettura (mancano all’appello circa 40 articoli) ma anche a nominare il sostituto temporaneo del Difensore Civico (coinvolto nell’inchiesta giudiziaria di Santa Maria Capua Vetere) e, pomo della discordia, a nominare il presidente del Corecom, il Comitato  Regionale per le comunicazioni. Due punti, questi, inseriti ieri a sorpresa e in piena autonomia dalla Presidente del parlamentino campano Sandra Lonardo, malgrado l’avviso contrario espresso dai capigruppo di maggioranza nell’ultima riunione della settimana scorsa. Sul tappeto, oltre al particolare momento politico, la presenza, nella terna dei candidati concordati per legge dal presidente Bassolino e dalla stessa Lonardo, del professor Felice Casucci, citato dal gip Annalaura Alfano in relazione al presunto tentativo di raccomandazione presso il manager dell’ospedale di Caserta Luigi Annunziata nell’ambito dell’inchiesta sull’Udeur.
Un elemento, questo, che va ad aggiungersi, secondo il partito Democratico guidato in Consiglio da Mario Sena, ai già sollevati dubbi di legittimità e compatibilità dei tre nomi. Con Casucci, nella terna ci sono anche il professor Ferdinando Pinto (docente di Diritto Costituzionale alla Federico II) e il professor Salvatore Pica (direttore del Laboratorio di Comunicazione dell’Università di Salerno).
Una iniziativa, quella della Lonardo, “incomprensibile” per Mario Sena che intanto fa sapere di un accordo a monte, tra i partiti, per rinviare il tutto a elezioni politiche avvenute.
Per Sena, che annuncia una proposta di legge in materia, a tutto questo vanno aggiunti anche dubbi in ordine alle procedure adottate per la valutazione dei requisiti dei candidati. Mentre a rincarare la dose ci pensa  il gruppo di Angelo Giusto, Sinistra Democratica, che sottolinea come, rispetto alle emergenze in corso, quella della nomina Corecom appare davvero poco prioritaria ed inopportuna.
Gli ordini del giorno, appaiono invece “opportuni” al centrodestra che con il coordinatore dell’opposizione Francesco D’Ercole (An) ricorda che fu proprio la minoranza a chiedere la nomina del Difensore Civico (senza il quale peraltro non è possibile riunire le commissioni di conciliazione) e che, per quanto riguarda il Corecom, «sarebbe davvero grave che si affrontasse la campagna elettorale con un organismo di garanzia tutt’altro che in ordine visto che il 15 gennaio scorso l’ex presidente Samuele Ciambriello ha rassegnato le dimissioni vista la forte tensione istituzionale che aveva accompagnato il suo lavoro».
Intanto, sul fronte dell’annunciato rimpasto in giunta, vicenda legata alle aspirazioni elettorali di molti assessori, voci di corridoio raccontano di un aut aut del governatore campano ai suoi: dimissioni immediate per chi intenda salire sul treno per Roma. Nessun problema per Teresa Armato (Università e Ricerca) alla quale Veltroni avrebbe già assicurato un “posto al sole”. A lanciarsi nella mischia ci sarebbe poi anche Rosetta D’Amelio (Politiche Sociali) mentre in forse vi sarebbe Enzo De Luca (Lavori Pubblici) che tuttavia godrebbe della sponsorship di De Mita. Situazione in dubbio anche per il socialista Marco Di Lello (Turismo) sulla cui candidatura (e relative dimissioni) penderebbe la spada  della soglia del 4 per cento che il suo partito sarebbe tenuto a conseguire. Oggi, il condizionale è d’obbligo, si potrebbe saperne di più.
E sempre sul fronte della candidature, si prepara alle elezioni anche il presidente del consiglio comunale Giuseppe Vetrano, ieri al loft romano del Pd per una lunga ed intensa mattinata di incontri e trattativa. Se, come sembra, l’accordo tra i socialisti e Veltroni non dovesse andare in porto, Vetrano dovrebbe avere disco verde per la competizione del prossimo 13 e 14 aprile.


                                         MICHELE DE LUCIA

Lascia una risposta