POSITANO, IL PAESE PIU´ BELLO DEL MONDO

0

La Campania non è solo rifiuti e Positano, e la Costiera Amalfitana, che non hanno avuto mai neanche un solo giorno di emergenza rifiuti e, sinora, sempre cassonetti puliti, arrivano in televisione anche perchè, a parte qualche incertezza, l’attività recettiva del paese, che non si base sui tour operator, ma su scelte individuali,  pare che non ne risentirà tantissimo della crisi. Sul telegiornale del primo canale Rai e su Rai Tre è uscita Positano come “paese più bello del mondo”. La perla della Costiera Amalfitana è stata oggetto di un servizio da parte delle telecamere della Rai (uscito sul TG1 e TG3) dove è stata messa in risalto la pulizia. “La Campania non è solo rifiuti – ha detto il servizio della Rai -, Positano e la Costiera Amalfitana sono pulite” Il sindaco Domenico Marrone è stato intervistato e poi le riprese sono uscite sui Telegiornali (delle 8 e delle 14 dell’altroieri, ma riprese su Rai international) e i turisti intervistati hanno detto “Positano? E’ il paese più bello del mondo”. Intanto gli albergatori positanesi cominciano a tirare un respiro di sollievo, nonostante le preoccupazioni permangano. L’hotel San Pietro ha sempre e comunque una lunga lista d’attesa. “Bisogna dire nello specifico che se per Pasqua ci saranno delle flessioni sono fisiologiche – dice Vito Cinque -, visto che Pasqua viene a metà marzo e quindi molto presto. Ciò non toglie che questa situazione ha creato un danno di immagine enorme per tutti, ovvio che ci siano state delle preoccupazioni, ma la nostra attività, per fortuna, non ne risente in modo particolare.” “Riusciremo a fronteggiare la situazione perchè Positano si organizza più sui singoli che sui tour operator – spiega Gian Maria Talamo, titolare dell’hotel Pasitea, unico Best Western di Positano -, la situazione è comunque grave per l’immagine e se non si risolve è ovvio che crea problemi a tutti, speriamo che anche Sorrento riesca a liberarsi al più presto. Bisogna essere flessibili se ci si blocca sulla caparra il turista non si sente incentivato. Noi diamo la possibilità di disdire anche solo 24 ore prima e questo tranquillizza i turisti che poi si informano nello specifico. I tour operator invece, che spostano grandi masse, stanno esitando e questo sicuramente danneggerà chi lavora con questo tipo di turismo.” Dunque a salvarsi, al momento, località d’elite come Positano e Ravello, ma anche Capri. Ma tutti sperano che tutta la Campania risolva al più presto questa situazione. Intanto la consolazione che i turisti non si sono fatti traviare dalla crisi e considerano Positano ancora come il paese più bello del mondo.