Napoli. Francesca Canale Cama.

0

Mercoledì 6 febbraio 2008 presentazione del libro “Alla prova del fuoco. Socialisti francesi ed italiani di fronte alla prima guerra mondiale”, della storica dell’Orientale Francesca Canale Cama.


A novant’anni dalla fine della Grande Guerra nel 1918 torna d’attualità l’Europa dell’epoca che oggi si riconosce unita anche nella memoria delle sue più grandi lacerazioni.


E’ questo uno dei temi di “Alla prova del fuoco. Socialisti francesi ed italiani di fronte alla prima guerra mondiale” il nuovo libro della storica dell’Università di Napoli “L’Orientale” Francesca Canale Cama, edito da Guida Editore, che sarà presentato a Napoli mercoledì 6 febbraio 2008, alle 18, alla Liberia Guida Portalba (Via Port’Alba 20).


Introdurrà il volume Giuseppe Civile, seguiranno gli interventi di Giuseppe Galasso, Gilles Pécout e Angelo Varni.


Il volume, da qualche giorno in libreria, ha ricevuto a gennaio il Premio Minturnae Storia 2007, giunto alla trentaduesima edizione ed assegnato, tra gli altri, quest’anno allo studioso dei sistemi politici Paolo Pombeni e, con il premio alla carriera, allo studioso delle relazioni internazionali Ennio di Nolfo.



Scheda:


Ieri come oggi  il tema del conflitto suscita appassionati interrogativi nelle coscienze europee, che, periodicamente, di fronte ad eventi catastrofici, riscoprono l’ambiguità e la complessità della relazione che lega la guerra e la pace. Nell’esperienza del socialismo europeo, alle prese con la questione e soprattutto quando, tra il 1911 e la Prima guerra mondiale, l’evento- guerra inizia visibilmente ad occupare la scena europea, questo denso nodo problematico assume le dimensioni di tensioni vissute come fratricide ed inconciliabili, di uno scontro identitario tra chi alla prova dei fatti giustifica e chi combatte la guerra. Questa ricerca, basata su una solida conoscenza della stampa e degli archivi socialisti di Amsterdam e sull’inedita comparazione di due percorsi e di due pensieri profondamente differenti, quello del socialismo francese e quello del socialismo italiano,  propone un’interpretazione innovativa ed attenta alle sfumature del complicato legame tra guerra e pace nella difficile congiuntura della prima guerra mondiale.


 


FRANCESCA CANALE CAMA è dottore di ricerca in “ Storia dell’Europa nell’età moderna e contemporanea: istituzioni, economia, società civile e sistemi di relazione” presso l’ Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, dove attualmente collabora alla cattedra di Storia Contemporanea e al master di II livello “Operatore per le relazioni socio- economiche e culturali euromediterranee. Europa-Mezzogiorno-Mediterraneo”.


Al tema della pace e della guerra nelle società europee ha già dedicato alcuni saggi. Attualmente si occupa di problemi di cultura di pace nell’ambito della formazione dell’ identità europea del Novecento.


E’ di imminente pubblicazione una sua antologia di scritti di Jean Jaurès.