POSITANO, TRUFFATI PER ACQUISTI DI AUTO E MOTO A SORRENTO

0

Diverse persone a Positano sono state truffate nell’acquisto di auto e moto da un operatore di Sorrento. In particolare un tassista che lavora con una società di taxi di Positano, che ha acquistato una moto, la si è vista sotto sequestro, mentre un altro giovane di Positano si è vista sottrarre l’auto che aveva acquistato. In pratica l’operatore rivendeva auto, pare in collaborazione anche con un meccanico, ma sulla vicenda ci sono delle indagini in corso, vendeva auto o moto, intascava i soldi e non faceva ne il passaggio di proprietà ne il pagamento al legittimo proprietario dell’autoveicolo o del motociclo. Vittime erano preferibilmente residenti della Costiera Amalfitana forse allettati da prezzi e condizioni più vantaggiose e mezzi in migliori condizioni e forse anche perchè il personaggio era già abbastanza conosciuto in penisola sorrentina. Ci può spiegare cosa è successo? Dovevi comprare una macchina e poi? “Sono due persone di cui uno ha un’officina meccanica che si occupa di molte cose, intanto già il fatto che possa aggiustare tutte le auto è sospetta. Non è una società sono due collaboratori che si fanno uno scambio di favori e di clienti” Ma cosa è successo in particolare? “Sono andato da questa persona e gli ho dato i soldi per fare un passaggio dell’auto in quanto poteva fare un passaggio di proprietà a prezzi più bassi, come avviene nell’agro nocerino-sarnese e vesuviano. Inoltre garantivano un’assicurazione molto vantaggiosa e quindi offriva diversi servizi che sembravano allettanti. ” Come ti sei accorto della truffa? “Dopo quattro mesi non arrivava il passaggio di proprietà e ho chiamato l’agenzia interessata che mi ha detto che non era stato effettuato il versamento per l’atto di vendita.” Ma ci sono anche altri casi..”C’è una persona alla quale hanno sequestrato la motocicletta a Positno, perchè il rivenditore non aveva fatto non solo il passaggio di proprietà, ma non aveva dato neanche i soldi per la vendita che aveva intascato, ma anche altri casi nella costa d’Amalfi e a Meta di Sorrento dove ci sono persone che pur avendo pagato l’auto non possono usufruirne perchè senza documenti” Il caso più clamoroso? “Una ragazza di Meta di Sorrento che prima voleva usufruire di una finanziaria, poi ripensandoci ha voluto pagare direttamente con un bonifico, perchè così poi risparmiava sugli interessi che avrebbe pagato. Lui bene ha fatto, si è preso sia il bonifico che la finanziaria, senza dargli neanche i documenti.” Ma come faceva ad andare avanti in tutto questo tempo? “Lui andava avanti cercando di produrre documenti falsi, ma anche assegni in bianco per le spese con fornitori e agenzie, che per un certo tempo hanno fatto sostenere tutto questo imbroglio.” Quanto può aver truffato? “Si dice circa 150.000 euro, ma sono dati da verificare.”


Nella nostra funzione sociale Positano News cerca di avvisare i propri lettori di rischi e brogli, e siamo disponibili ad eventuale assistenza legale per chi ne ha bisogno. Domani aggiorneremo con maggiori dettagli. Intanto chiunque abbia fatto un’acquisto verifichi immediatamente la corrispondenza del passaggio dell’auto attraverso una visura. Segnalate i vostri casi via mail o contattandoci telefonicamente con la documentazione (fatela in copia e lasciatela in busta in qualche bar di Positano). E’ necessario fare sempre e comunque una denuncia per evitare problemi legali e poter richiedere eventualmente il risarcimento del danno.


cinquemi@michelecinque.191.it


3381830438