SALVATORE CUFFARO SI E´ DIMESSO

0

Il Governatore della Sicilia, Salvatore Cuffaro, ha annunciato in aula le sue dimissioni ”irrevocabili”, dopo le polemiche legate alla condanna a cinque anni di reclusione per favoreggiamento semplice che gli e’ stata inflitta venerdi’ scorso dal tribunale di Palermo.

Salvatore Cuffaro ha aggiunto che comunicherà le proprie dimissioni al presidente della Repubblica. Cuffaro ha concluso il suo discorso tra gli applausi di numerosi parlamentari e di tutti i presenti sul banco del governo.

PREFERISCO LA VIA DELL’UMILTA’

“Francamente preferisco la via dell’umiltà. Lo faccio per non tradire quegli ideali ai quali sono stato educato, lo faccio per la mia famiglia e lo faccio come ultimo atto di rispetto verso i siciliani, che in questi anni ho servito con dedizione, semplicità e con quella onestà che sono certo mi verrà completamente riconosciuta”. Il presidente della Regione, Salvatore Cuffaro, ha motivato così, nel suo discorso in aula, la decisione di dimettersi. “Fino a quando non ci sarà una sentenza definitiva – ha spiegato – ci sarà una verità processuale e una verità sostanziale. Con la mia decisione rispetterò la prima, in coerenza con il comportamento che ho tenuto in questi anni nei confronti della magistratura e delle istituzioni, ma con determinazione – ha concluso il Governatore – mi batterò, in tutte le sedi, per l’affermazione della verità sostanziale, a difesa della mia vita pubblica e privata”.

CASINI,SARA’ASSOLTO, SCIACALLI GLI CHIEDERANNO SCUSA
“Sono certo che tra qualche mese, quando Cuffaro sarà assolto da tutte le accuse, tanti sciacalli di queste ore saranno in prima fila a chiedergli scusa”. Lo dichiara Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, commentando le dimissioni di Salvatore Cuffaro. “Mercoledì mattina – dice Casini in una nota – il Presidente Cuffaro mi ha comunicato la sua volontà di dimettersi: ne ho preso atto con un profondo apprezzamento per il suo senso delle istituzioni e per il suo amore per la Sicilia. In questi giorni, dopo aver ottenuto la fiducia e aver portato a compimento l’approvazione del bilancio, è stato impegnato a fronteggiare migliaia di pressioni che lo volevano spingere a rimanere. Ancor più apprezzabile è, pertanto, la sua serietà: la polemica mafia-antimafia non si può fare sulla pelle di Cuffaro e dell’UDC anche da parte di chi, in questi giorni, ha avuto un po’ troppe amnesie”. “Sono certo – conclude casini – che tra qualche mese, quando Cuffaro sarà assolto da tutte le accuse, tanti sciacalli di queste ore saranno in prima fila a chiedergli scusa”.

FINI, E’ UN GESTO CHE VA APPREZZATO
“E’ un gesto che va apprezzato innanzitutto perché è motivato dalla volontà di mettere al riparo le istituzioni siciliane dalle strumentalizzazioni della sinistra”. Così il leader di An, Gianfranco Fini, oggi a Reggio Calabria, ha commentato le dimissioni del governatore siciliano, Salvatore Cuffaro.








APPROFONDIMENTI
Dalla condanna alle dimissioni davanti Ars


WWW.ANSA.IT


                                        MICHELE DE LUCIA