IL MINISTRO MASTELLA SI DIMETTE

0

MASTELLA: E’ LA PRIMA VOLTA CHE IN VITA MIA HO PAURA
“E’ la prima volta, confesso, che in vita mia ho paura”. E’ uno dei passaggi dell’intervento alla Camera del ministro della Giustizia Clemente Mastella.

MI DIMETTO PERCHE’ SCELGO AMORE FAMIGLIA
“Mi dimetto perché tra l’ amore della mia famiglia e il potere scelgo il primo”. Lo ha detto Clemente Mastella nell’ intervento alla Camera.

MI DIMETTO PER SENSO STATO, SENZA TENTENNAMENTI
“Mi dimetto per senso dello Stato, e lo faccio senza tentennamenti”. Lo ha detto il ministro della Giustizia Clemente Mastella, in uno dei passaggi del suo intervento alla Camera. “In fondo – ha proseguito il Guardasigilli – un ministro della Giustizia che non è in grado di difendere la moglie dall’assalto violento ed ingiusto di accuse balorde e non riesce ad evitarle l’arresto non è certo in grado di inquinare prove perché è talmente risibile il suo potere che lo si può lasciare tranquillamente al suo posto”.

CSM DOVREBBE OCCUPARSI DEL PROCURATORE
“Mi dimetto sapendo che un’ ingiustizia enorme è la fonte inquinata di un provvedimento perseguito con ostinazione da un procuratore che l’ ordinamento giudiziario manda a casa per limiti di mandato e di questo mi addebita la colpa”. Lo ha detto il ministro Clemente Mastella nel suo intervento alla Camera. “Colpa che invece – aggiunge Mastella – non ravvisa nell’ esercizio domestico delle sue funzioni per altre vicende che lambiscono suoi stretti parenti e delle quali è bene che il Csm e altri si occupino”.

MI DIMETTO PER ESSERE LIBERO POLITICAMENTE
“Mi dimetto per essere più libero umanamente e politicamente”. Lo ha detto Clemente Mastella parlando alla Camera.







ARRESTI DOMICILIARI PER SANDRA LONARDO
Arresto domiciliare per tentata concussione in concorso con altri per la moglie del ministro Mastella, Sandra Lonardo. Il provvedimento è stato firmato dal procuratore di Santa Maria Capua Vetere.

SANDRA LONARDO: NON SO NULLA
Il presidente del consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo, moglie del ministro della Giustizia, Clemente Mastella, raggiunta al telefono dall’ANSA, ha detto di non avere alcuna notizia di un provvedimento di arresti domiciliari nei suoi confronti.

SONO SERENA E PRONTA A OGNI CHIARIMENTO
“Apprendo dalla televisione una notizia sconcertante, che sarebbero stati disposti gli arresti domiciliari nei miei confronti per tentata concussione. Mi sento assolutamente serena, non ho nulla da temere e fornirò all’autorità giudiziaria qualunque chiarimento che mi venga richiesto”. Lo afferma, in una nota, il presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo. “Credo che anche questo è l’amaro prezzo che, insieme a mio marito, stiamo pagando per la difesa dei valori cattolici in politica, dei principi di moderazione e tolleranza contro ogni fanatismo ed estremismo. Affronto tranquilla anche questa battaglia”, conclude Sandra Lonardo.


 


fonteAnsa.it