RIFIUTI: VERTICE DA PRODI, ANCORA TENSIONE A PIANURA I

0


ROMA – Al via il vertice a Palazzo Chigi, con il premier Romano Prodi sull’emergenza rifiuti in Campania. Al momento sono presenti il sottosegretario alla Presidenza, Enrico Letta, il vicepremier Francesco Rutelli, i ministri dell’ Interno, Giuliano Amato, dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, il prefetto di Napoli ed ex commissario all’emergenza rifiuti, Alessandro Pansa. Sono presenti al vertice anche il ministro della Difesa, Arturo Parisi, e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Enrico Micheli.

Dopo gli scontri della scorsa notte, il quartiere di Pianura si è risvegliato e si stanno contando i danni della battaglia che si è consumata lungo le strade tra i manifestanti e le forze dell’ordine. Gli agenti, anche se in numero esiguo, sono fermi lontani dal presidio dello sversatoio in località Pisani. I manifestanti non sono andati via, rimanendo tutta la notte, temendo l’arrivo dei mezzi del commissariato di governo per l’emergenza rifiuti in Campania. Intanto, le strade del quartiere restano impraticabili. Sul selciato centinaia di tonnellate di spazzatura e cassonetti ribaltati. I tecnici dell’Anm (l’Azienda napoletana mobilità) stanno provvedendo a rimuovere i due autobus incendiati. Nel corso della notte a Pianura tre operatori della Rai, di Sky e di Mediacom sono stati picchiati con calci, pugni e derubati. I giovani che hanno tenuto sotto controllo il territorio dell’intero quartiere per tutta la notte, fronteggiandosi a distanza con le forze dell’ordine, hanno rotto le telecamere, impedendo che si potesse riprendere ciò che accadeva. Sono state rubate anche le cassette indispensabili per le registrazioni, che contenevano le immagini delle tensioni e degli scontri.

BLOCCHI STRADALI NELLA ZONA FLEGREA, ANCORA DISAGI
Disagi per la circolazione si registrano a Quarto, dove i manifestanti lungo via Campana all’altezza dello svincolo di via Montagna Spaccata hanno bloccato il traffico con una vecchia autovettura stracolma di rifiuti e di tronchi d’albero. Il traffico è bloccato anche in via Campana a Pozzuoli all’altezza dello svincolo della tangenziale dove i manifestanti protestano per la presenza di vistosi cumuli di rifiuti.

A CASERTA RIPRESE LE LEZIONI, LICEALI IN CORTEO Sono riprese regolarmente oggi a Caserta le attività didattiche in tutti i 61 istituti del capoluogo, dopo la revoca dell’ordinanza di chiusura delle scuole, per motivi igienico sanitari, firmata ieri sera dal sindaco Nicodemo Petteruti. Un provvedimento adottato dal comune di Caserta, d’intesa con l’Asl, dopo la rimozione, in prossimità degli edifici scolastici, di circa 250 tonnellate di immondizia. Alta la percentuale degli alunni presenti, secondo quanto riferito dal dirigente della Digos della questura, vice questore, Enzo Palmiero. Soltanto un folto gruppo di studenti delle ultime classi degli istituti superiori ha disertato le lezioni ed in corteo hanno raggiunto il Palazzo della provincia. Una delegazione ha chiesto di incontrare rappresentanti dell’esecutivo provinciale, al fine di rappresentare, hanno spiegato, i disagi del mondo studentesco casertano, legati soprattutto all’emergenza rifiuti.

SCUOLE APERTE MA VUOTE E TRASPORTI FERMI – Negozi e scuole regolarmente aperti a Pianura, ma permangono notevoli i disagi per i residenti a partire dall’utilizzo dei trasporti pubblici. Non si vedono mezzi in giro, la ferrovia Cumana è ferma, e dalla zona oggetto degli scontri di ieri sera si esce soprattutto a piedi. Si cammina tra le macerie della battaglia: pietre, cocci di vetro e montagne di rifiuti. Le strade, infatti, rimangono lastricate di spazzatura e non c’é uno solo spazzino in azione. La polizia resta attestata in Largo Russolillo mentre un elicottero dei carabinieri ha ripreso a sorvolare l’intera zona di contrada Pisani. Le scuole sono aperte, ma sono pochi i bambini che frequentano le lezioni per l’impossibilità il più delle volte di raggiungere gli istituti scolastici. Blocchi stradali sono tuttora in corso a Via Campana ai confini tra Pianura e la zona flegrea e a Pozzuoli, in piazza Capomazza.


APPROFONDIMENTI Pecoraro: serve l’Esercito, lotta alla malavita ASSOCIATE Dai roghi la stessa diossina che si assume in anni Piu’ mortalita’ vicino a discariche illegali


WWW.ANSA.IT


M ICHELE DE LUCIA