NOTTE BIANCA A CAVA DE TIRRENI

0

SIMONA CHIARIELLO Cava de’ Tirreni. Musica, animazione, spettacolo, shopping: il tutto però in tranquillità e soprattutto in completa sicurezza. È questo l’invito rivolto a poche ore dall’inizio della lunga «Notte Bianca della Befana» dal sindaco Luigi Gravagnuolo e dal vicesindaco Gianpio De Rosa a cittadini e visitatori. Ormai è tutto pronto per quello che viene annunciato, e si spera che sia un grande evento per la città dopo le non poche polemiche sul Natale e Capodanno trascorso in sordina. L’appello è dunque alla cautela. «Perché Notte Bianca – sottolineano sindaco e vice sindaco – significa sì divertimento, ma anche migliaia e migliaia di persone che raggiungeranno la città, con i conseguenti problemi da gestire». Per accogliere al meglio il pubblico l’amministrazione comunale e nello specifico l’assessorato alla Sicurezza diretto da Alfonso Senatore, è già al lavoro con le forze dell’ordine locali (polizia, carabinieri, finanzieri e vigili urbani) e con i volontari della Protezione civile. L’area urbana del centro storico sarà chiusa alle auto e sarà completamente pedonalizzata con accesso consentito esclusivamente a mezzi di soccorso e residenti. Il consiglio è di preferire i mezzi pubblici ai privati. A disposizione degli automobilisti il parcheggio dell’area mercatale di via Prolungamento Marconi al costo di un euro ogni dodici ore. Inoltre, due navette offerte da Metellia service garantiranno il collegamento con il centro. Per quanto riguarda la sicurezza, è stato predisposto dal Comune un articolato e oculato piano di sorveglianza ed intervento in collaborazione le forze dell’ordine presenti sul territorio. Ci saranno decine e decine di poliziotti, compresi quelli di quartiere, volanti, gazzelle, fiamme gialle e pattuglie della polizia municipale che per l’occasione prolungheranno il loro orario di servizio fino a notte inoltrata. Agenti in borghese, poi, si mescoleranno tra la folla. Le pattuglie dei vigili urbani, dirette dal comandante Filippo Meluso, andranno a posizionarsi in zone nevralgiche del centro. Un occhio particolare sarà riservato alle traverse. Cospicua la presenza di agenti del commissariato di polizia, guidati dal vicequestore Pietro Caserta, e dei militari della stazione locale, agli ordini del comandante Paolo Mannino, che sorveglieranno le tradizionali vie di fuga come la zona a ridosso del casello autostradale e la statale 18. Un valido supporto arriverà anche dagli uomini della Guardia di Finanza. «Un proficuo lavoro di coordinamento tra le forze dell’ordine presenti sul territorio è stato compiuto in questi mesi – dice l’assessore alla sicurezza Alfonso Senatore – la Notte Bianca sarà l’ulteriore banco di prova al quale ci siamo preparati con la massima attenzione».