Meta di Sorrento,Assenteismo, denunciati 4 medici del distretto.

0

Meta di Sorrento: Denunciati 4 medici per assenteismo.


di Vincenzo Maresca.


Meta di Sorrento. Risultavano in servizio presso l’ambulatorio della guardia medica con tanto di cartellino timbrato, invece se ne stavano comodamente nelle proprie abitazioni durante la fascia notturna di lavoro. Ad accorgersi di tutto sono stati i carabinieri della compagnia di Sorrento coordinata dal capitano Federico Scarabello che durante una attività di servizio predisposta nell’ambito per il contrasto all’assenteismo hanno riscontrato l’assenza di due medici dal distretto sanitario di Meta di Sorrento in via del Lauro. Entrambi figuravano al contrario presenti grazie all’appoggio di altri due medici che gli avevano presumibilmente timbrato illegittimamente i cartellini. I 4 sanitari sono stati denunciati in stato di libertà e dovranno rispondere i primi due del reato di truffa aggravata ai danni dello Stato e di abbandono ingiustificato del posto di lavoro, gli altri di concorso in truffa. L’operazione è scattata all’una di ieri con i militari dell’Arma che si sono improvvisamente presentati al distretto sanitario 34 per i dovuti controlli. Due medici, un 48 di Napoli ed una 46 di Castellammare di Stabia, nell’orario previsto di lavoro dalle 20 alle 08, sono stati rintracciati mentre dormivano nelle rispettive abitazioni in seguito ad una verifica a domicilio effettuata tra le 2 e le 2 e 30 dalle pattuglie radiomobili partite da Sorrento. Altri due, un 48enne di Castellammare di Stabia ed un 50enne di Gragnano, erano invece presenti nel presidio sanitario ma i carabinieri ritengono che siano responsabili di avere timbrato il cartellino di servizio a favore dei colleghi assenti omettendo di informare il responsabile dell’ufficio della loro mancata presenza. I 4 denunciati rischiano una pena da 1 a 5 anni di reclusione, oltre ad una ammenda di 1.600,00 euro. Si tratta della quinta operazione del genere svolta dai carabinieri della compagnia di Sorrento sul territorio della penisola sorrentina dopo quelle di Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Vico Equense e Capri che hanno portato ad una ventina di persone denunciate per assenteismo e truffa aggravata ai danni dello Stato.