BLITZ DEI CARABINIERI DI AMALFI, DENUNCE A POLITICI ED ALBERGATORI

0

Tredici persone denunciate per abusi edilizi, colpiti politici e albergatori, abusi riscontrati in tutta la Costiera Amalfitana ed in particolare a Furore, con tre abusi, di cui uno riguardante il vicesindaco ed un altro un albergatore, e tre abusi a Praiano, poi altri comuni della Costiera Amalfitana. Gli uomini dell’Arma dei Carabinieri Nei giorni scorsi e nella giornata odiErna i Carabinieri del Comando Compagnia di Amalfi hanno svolto un servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dell’abusivismo edilizio in Costiera Amalfitana.Nel corso dell’operazione, che ha interessato tutti i comuni della costiera, con controlli da Positano ad Amalfi sino a Ravello , i militari delle Stazioni Carabinieri hanno controllato numerosi cantieri, dieci dei quali sono risultati irregolari: tre a Furore, due a Minori, tre a Praiano, uno a Scala e uno a Tramonti, per complessivi 1.280 metri quadri dal valore stimato di quattro milioni di euro.Sono tredici, invece, le persone denunciate in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno: proprietari, operai, direttori dei lavori e titolari di imprese edili. Tutti responsabili di aver realizzato manufatti edili in violazione delle norme che disciplinano il settore edilizio, in zone di grande interesse ambientale sottoposte a vincolo paesaggistico.Tra di loro, anche un politico del Comune di Furore già denunciato dai Carabinieri nei mesi scorsi, il quale ha realizzato presso la propria abitazione un piccolo terrazzo di 40 mq. con annesso pergolato.In particolare, l’abuso più rilevante è stato scoperto presso un albergo di Furore, dove i Carabinieri della Stazione di Amalfi hanno accertato l’esistenza di un garage interrato di 300 mq. realizzato in totale difformità rispetto al progetto autorizzato. Denunciati i due proprietari dell’albergo, il titolare dell’impresa edile che ha eseguito i lavori e l’architetto direttore dei lavori, a carico del quale nel corso delle indagini sono emerse anche responsabilità penali per falso ideologico in atto pubblico, poichè aveva attestato falsamente la conformità dell’opera al progetto autorizzato, nonostante i gravi abusi edilizi esistenti. A domani i particolari A Minori, in due diverse località, i Carabinieri della Stazione di Maiori hanno rilevato un manufatto ad uso abitativo di 55 mq. completamente rifinito e realizzato senza alcuna autorizzazione e il terrazzamento di un terreno agricolo di 400 mq. con muri di calcestruzzo e piazzole di cemento, anch’esso privo di autorizzazione. A Praiano, invece, i Carabinieri della Stazione di Positano hanno sottoposto a sequestro un manufatto ad uso abitativo di 55 mq. completamente rifinito e realizzato senza alcuna autorizzazione. Infine, a Scala i Carabinieri della Stazione di Ravello hanno interrotto un grande sbancamento di roccia di 200 mq. propedeutico sicuramente alla realizzazione di grandi manufatti asbuisivi. Nonostante i recenti drammatici eventi verificatisi lo scorso 18 agosto a Conca dei Marini, la Costiera Amalfitana continua ad essere interessata dal fenomeno del c.d. “mattone selvaggio”, poichè le elevatissime quotazioni del mercato immobiliare inducono sempre più i proprietari a violare le vigenti disposizioni in materia edilizia, commissionando lavori abusivi per realizzare ex novo dei manufatti di grandi dimensioni e di notevole valore economico o, nella maggior parte dei casi, per aumentare i volumi di abitazioni già esistenti e arricchirle di qualche ulteriore comodità, quali garage, terrazze e pergolati. Tuttavia, prosegue l’impegno costante dell’Arma nella lotta all’abusivismo edilizio in Costiera Amalfitana che resta uno degli obiettivi primari da perseguire per la tutela di un paesaggio unico al mondo. Infatti, dopo i risultati conseguiti nel corso del 2006 con 190 persone denunciate, dall’inizio dell’anno sono già 252 le persone denunciate per abusivismo, di cui 38 anche per violazione di sigilli, mentre i cantieri sottoposti a sequestro sono 102 per un totale di opere abusive rilevate pari a 9.910 mq.