ALITALIA: BIANCHI, ANCORA QUALCHE GIORNO PER DECIDERE

0

ROMA -“Non so se ci sono tutti gli elementi per prendere una decisione. Io sento che c’é l’esigenza di studiare meglio le proposte e questo può richiedere qualche giorno di tempo”. Così il ministro dei Trasporti Bianchi ha risposto oggi alle domande dei giornalisti sul Cda di Alitalia in programma per oggi. “Io non mi farei prendere dall’ansia di chiudere subito – ha proseguito – visto che ci stiamo pensando da un anno. Ora ci sono due proposte concrete, valutiamole bene per il futuro del paese”. Il ministro ha inoltre confermato che domani pomeriggio ci sarà un incontro con i sindacati, fissato già da tempo, e nel quale, ha aggiunto, sarà “inevitabile parlare anche di questo tema”

Titolo in altalena a Piazza Affari, in attesa del Cda di Alitalia. Potrebbe anche concludersi con un rinvio l’atteso consiglio  d’amministrazione dell’Alitalia che si svolgerà oggi: la decisione, per cui non c’é scadenza, potrebbe slittare verso la fine della settimana. Tensioni, ieri, tra l’amministratore  delegato di Intesa SanPaolo, Corrado Passera, che appoggia AirOne, e Air France. Sull’esito della partita c’é ancora incertezza. Giovedì, il presidente francese Nicolas Sarkozy sarà a Roma.

OFFERTA AIR FRANCE
Prevede l’acquisto del 100% dell’ Alitalia con uno scambio di azioni, del 100% di obbligazioni convertibili e un aumento di capitale di almeno 750 milioni di euro aperto a tutti gli azionisti. Gli esuberi sono in linea con il piano attuale di Alitalia e il rinnovo della flotta sara’ la prima priorita’, crescera’ e Alitalia ampliera’ la sua rete e non sara’ un vettore regionale che fornisce gli hub di Air France-Klm, ma potra’ rafforzarsi come vettore nazionale.

OFFERTA AP HOLDING
Toto, che ha presentato ieri la nuova offerta non vincolante con le integrazioni, assieme a Passera e all’advisor Goldman Sachs (che potrebbe entrare direttamente nell’operazione affiancando Intesa SanPaolo, Nomura e Morgan Stanley), ha confermato che sara’ lanciata un’opa sul 100% di Alitalia ad un centesimo per azione in modo da destinare le risorse al rilancio dell’azienda e un aumento di capitale da un miliardo di euro. Ma anche, ha spiegato Passera, ”un premio del 3% a fine piano (2012, ndr) per chi aderira’ all’opa, con modalita’ da definire. Intesa SanPaolo restera’ nel capitale fino a quando sara’ necessario. Con il 49,9% acquisito dal Tesoro, Ap Holding lancerebbe l’aumento di capitale e conferirebbe le sue aziende del settore aereo, compresa AirOne (valutate 870 milioni ma il board di Alitalia fara’, nel caso di scelta di Ap Holding, una sua perizia) nella nuova Alitalia. Ap holding avrebbe cosi’ il 60-65% di Alitalia e il 40-35% sarebbe sul mercato. Entro il 2012 ci saranno 5,3 miliardi di investimenti inclusi quelli per la flotta di lungo raggio (+130 nuovi aerei in totale), riduzione dei costi per 900 milioni di euro, crescita media dei ricavi di circa il 3,5%. Il partner aereo internazionale sara’ trovato dopo la ristrutturazione mentre la nuova Alitalia diventerebbe il quarto gruppo aereo europeo prevede di entrare nell’alleanza Sky Team (dove sono Alitalia e Air France-Klm) almeno fino alla scadenza nel 2010.

 TONFO IN BORSA
Un’altra seduta da dimenticare per Alitalia , sospesa al ribasso in mattinata e in calo del 4,9% a 0,72 euro in chiusura.

CONSORZIO EVERGREEN SI RITIRA
 Lo ha comunicato il fondo che aveva espresso interesse assieme a SA Holdings e Thl Transportation.

SINDACATI CHIEDONO CONVOCAZIONE
I sindacati confederali di categoria ribadiscono una richiesta di convocazione al governo e assieme a Ugl, Sdl e Up riunirannooggi un coordinamento nazionale per decidere eventuali iniziative da assumere.

 



                                            MICHELE DE LUCIA