MANAGER PUBBLICI TENGONO LEZIONI INTERATTIVE ALL´UNIVERSITA´ DI SALERNO

0

                                


Basta con le solite lezioni noiose e monotone. L’Università di  Salerno ha scelto una nuova formula didattica per gli studenti della facoltà di Economia, rendendoli parte attiva e mettendoli a confronto diretto con i manager degli enti pubblici. Si è svolto questa settimana nella aula 7 della facoltà di Economia dell’ Università degli Studi di Salerno, il primo di una serie  seminari organizzati dal prof. Sergio Gambardella della Cattedra di Diritto Pubblico dell’ Economia, sull’ “Organizzazione degli uffici pubblici nella realtà delle privatizzazioni”.


L’evento, riservato ai laureati di primo livello, iscritti alla laurea specialistica in Economia con indirizzo in Management delle aziende pubbliche, ha visto la partecipazione delle massime cariche degli uffici locali dell’Inps, di Equitalia (già E.Tr) e della Prefettura di Salerno. Tema dell’incontro, l’analisi dell’ organizzazione degli uffici di competenza dei singoli intervenuti, alla luce dell’attuale privatizzazione degli enti e dei servizi pubblici, con particolare riguardo alla configurazione delle singole strutture, al loro funzionamento ed al coordinamento di queste da parte degli organi periferici del Governo.


All’incontro didattico, hanno partecipato attivamente la Dott.ssa Gabriella Zaccaria, Direttore della sede INPS di Salerno, il Dott. Raffaele Cannizzaro Prefetto Vicario la Prefettura di Salerno e Maurizio Trevisan – Direttore della sede provinciale dell’ E.Tr. Equitalia.


Il prof. Gambardella ha introdotto la discussione presentando gli ospiti ed evidenziando le mutate caratteristiche degli enti pubblici di cui questi sono a capo, in seguito alla privatizzazione degli uffici. L’esposizione delle relazioni dei manager è stata spesso intervallata da domande formulate dagli studenti/dottori. Un dibattito serrato tra quesi ultimi e gli esponenti della P.A., ha dato luogo a quesiti e ragionamenti con spunti di reciproco interesse.


Da qui, il primo passo del progetto del professore volto ad avviare una serie di incontri tra le realtà operative pubbliche e i futuri manager, nell’ambito di quello che lui stesso definisce come :<< “Università Attiva”, destinata a fornire agli studenti dei corsi di laurea specialistica di Economia una formazione volta all’integrazione tra discipline economico-aziendali ed economico-giuridiche. Offriremo in tal modo una base noscitiva non più solo teorica, ma una conoscenza pratica di come in realtà funzionino le pubbliche amministrazioni e quindi le organizzazioni che gestiscono servizi pubblici. L’idea è quella di poter affiancare alle conoscenze teoriche di base, anche cognizioni metodologiche-operative, facendo acquisire agli studenti capacità pratiche e relazionali tipiche del management.>> Il corso, più in particolare, si propone di attivare un sistema formativo più moderno, con visite presso le sedi di aziende e amministrazioni pubbliche, lavori di gruppo, partecipazione a convegni, seminari ed incontri. A questo, poi, si aggiunge anche l’ utilizzazione di strumenti multimediali che assicureranno “in tempo reale” un’ assiduità di contatti diretti tra studenti e docente.  <>.


A quanto pare, secondo il professore, per realizzare al meglio un nuovo modello di formazione è necessaria una collaborazione tra università, imprese e associazioni di ogni tipo: l’università da sola non basta. Duranto questo seminario, quindi, la lettura del testo, le lezioni di diritto, diventano un’ occasione per incontrare personalmente i dirigenti degli uffici pubblici e intavolare con loro una vera e propria discussione. Potrebbe funzionare, chissà. Intanto gli studenti ne sono entusiasti. Del resto, perché un processo educativo funzioni veramente, si deve recuperare il senso della “trasmissione” in cui ciascuno mantiene un suo ruolo e un suo livello. In effetti, chiunque abbia seguito corsi di formazione ha ben presente che, comunque, lo studio soltanto teorico di una disciplina, comporta inevitabilmente la perdita di coinvolgimento. Qualcosa sta cambiando, più difficile è dire come ciò avverrà. La facoltà di Economia, per tramite di un contatto diretto con le Pubbliche Amministrazioni ci sta provando. Si tratta di un esperimento unico e, a quanto pare, efficace, e la risposta positiva degli studenti né è una conferma più che tangibile.


Gli studenti ed il prof. Gambardella, a breve, faranno visita agli uffici dell’ Agenzia delle Entrate per incontrare il direttore dott. Luigi Rubino e nuovamente i vertici dell’Inps e della Prefettura. Sono previsti, ancora, incontri con esponenti degli altri enti privatizzati (Inail, Agenzie del Territorio, Guardia di Finanza). In futuro sarà esaminata la possibilità di effettuare tirocini presso aziende pubbliche, private e no profit.