Ponte dell’Immacolata bagnato e freddo ma nelle Costiere è Festa

0

Venerdì c’è una splendida giornata di sole, ma per domani (sabato 8 dicembre) le previsioni non sono buone. Una nuova perturbazione di origine nord-atlantica si sta avvicinando in queste ore alle regioni settentrionali italiane, e determinerà un deciso peggioramento del tempo nel giorno dell’Immacolata ma non fermerà i festeggiamenti che per tradizione anche in Costiera Amalfitana e Sorrentina cominceranno il giorno dell’Immacolata l’8 dicembre. La festa più interessante, per il coinvolgimento di un intero quartiere, è quella di Quartieri Aperti a Positano a Fornillo che si rinvia per il 15 dicembre. Ma da non perdere, come illuminazioni, è la passeggiata a Sorrento. Praiano e Ravello fanno festeggiamenti nelle tensostrutture (Teatro Tenda a Ravello sotto Piazza Duomo, a Piazza San Gennaro a Praiano) suggestive le luci di Atrani, ma in Costiera mancano ancora i programmi di Amalfi e Maiori sulla rete. In penisola sorrentina da vedere i presepi a Vico Equense (il più bello quello di Seiano) poi quello straordinario a Positano nella Grotta di Fornillo e a Praiano nella Grotta del Diavolo. Nella sezione eventi (giù in basso al sito) Positanonews terrà aggiornati tutti sugli eventi del territorio. Sulla nostre regione la nuvolosità andrà progressivamente aumentando dal pomeriggio di oggi, intensificandosi via via in serata e portando le prime piogge dalla nottata. Le precipitazioni potranno essere anche di forte intensità, in particolare nella mattinata di sabato. Venti di libeccio piuttosto sostenuti determineranno un iniziale rialzo dei valori termici. Nella seconda parte della giornata si assisterà ad un parziale miglioramento, con attenuazione dei fenomeni, in particolare nei settori costieri. Il vento ruoterà a Nord–Nord Ovest; contestualmente le temperature inizieranno a calare, determinando un progressivo calo della quota neve, che in serata potrebbe cadere anche intorno ai 1000 metri. Un ulteriore miglioramento si registrerà nella mattinata di domenica, quando il cielo si presenterà poco nuvoloso o al più parzialmente nuvoloso, con temperature in leggero rialzo. Ma si tratterà di una situazione solo temporanea, in quanto già dal pomeriggio la nuvolosità tornerà ad intensificarsi, determinando dalla sera nuove precipitazioni sparse; i valori termici caleranno nuovamente. Il tutto per effetto dell’elevazione dell’anticiclone azzorriano verso il Nord Europa e della conseguente discesa di aria fredda sul suo bordo orientale. Questa evoluzione, che allo stato attuale appare molto probabile, determinerà il ritorno del freddo sull’Italia, in particolare da martedì, con condizioni di marcata instabilità.