Pescara. Ludoteca Thomas Dezi.

0

Pittura in Ludoteca con La Stanza del colore di Anna Seccia


Martedì 3 Dicembre 2007, ore 16


Ludoteca Thomas Dezi, Pescara


 


Martedì 3 Dicembre 2007, alle ore 16, alla Ludoteca Thomas Dezi, del Centro di Solidarietà di Pescara, diretta da Maria Rosaria Teofili, verrà inaugurata la mostra dei lavori pittorici interattivi che l’artista Anna Seccia ha realizzato con i bambini del quartiere N. 3.


La Ludoteca, con questa esposizione, apre le porte al territorio per mostrare attraverso i pannelli pittorici prodotti quanto sia stato importante per i bambini il lavoro svolto con l’arte con questo” singolare progetto” denominato “La Stanza del Colore” portato avanti con grande passione e convinta ostinazione dalla pittrice Seccia e dall’Associazione Kaleidos.


La Stanza del Colore è legata alla pratica relazionale a partire da una concezione dell’arte come attivazione dei processi in costante dialogo tra materia e spirito, che si traduce con la metafora del colore in un linguaggio di incontro, di condivisione ed esperienza, che sta a significare quanto l’arte possa miscelare un forte disposizione educativa per la crescita degli individui.


Anna Seccia ha interagito con la giovane creatività del luogo attivando processi di crescita collettiva attraverso il suono e il colore, con il suo fare arte, per divenire attraverso l’interazione portatrice di valori per un progetto educativo-creativo.


L’opportunità offerta dalla sua concezione artistica ha permesso uno scambio di energie, una trasposizione tra sogno e realtà, tra pensiero e azione per creare un’opera collettiva con i segni in libera circolazione ed idee, che hanno stimolato altre idee con segni e colori, che hanno dialogato in una “messa in tensione“ formando un pattern visivo di interazione cromatica generando e sviluppando impulsi per la libertà del pensiero e del movimento creativo in una società multietnica, come quella del quartiere N. 3, dove la performance dell’artista si è svolta, contribuendo a diffondere il sentimento che porta a sottolineare: l’arte promuove dubbi sulle certezze sbandierate.


Nel gioco creativo con i bambini con il colore e il suono, l’arte si è fatta scoperta, esperienza, pratica comportamentale, interazione e riattivazione sociale rafforzando l’aspetto immersivo nell’esperienza estetica profonda e i lavori prodotti mostrano emozioni tradotte in tracce vibranti di vorticose energie.


Quest’attività di Anna Seccia rafforzata da energie giovanissime è un continuo “work in progress”, senz’altro da seguire.


La produzione comunitaria, che vede l’artista Anna Seccia coinvolta con una pluralità di “firme” giovani, è una produzione che assimila colori e segni, nonché idee, e viene costruita con l’aiuto e la collaborazione di molti.


 


Maurizio Vitiello


 


 


Info:


Ludoteca, tel. 0854283507


 

Lascia una risposta