POSITANO. L’AMMINISTRAZIONE MARRONE E LE SCELTE SCELLERATE SUI CONDONI EDILIZI:

0

Con la Delibera di Giunta Municipale n. 175 del 18/10/2007 e pubblicata il 21/11/2007 avente per oggetto “Atto di indirizzo per la definizione di tutte le istanze di condono presentate ai sensi delle leggi 47/85, 724/94 e 326/03, non ancora definite con rilascio di provvedimento formale. Determinazione degli importi dovuti a titolo di diritti di istruttoria e di oneri concessori ex. L.R. 10/04” l’amministrazione guidata dal Sindaco Marrone ha letteralmente superato se’ stessa ed ogni limite al buon senso ed al pudore.


Gli obbiettivi della delibera sono sostanzialmente due:


 


Il Danno


 


§         Utilizzare le pratiche di condono edilizio per incassare dai cittadini di Positano (già tartassati dall’aumento ingiustificato di tutti i tributi T.A.R.S.U., I.C.I., etc.) ben 2.770.800,00 € (DUEMILIONISETTECENTOSETTANTAMILAOTTOCENTO EURO). Gli incassi serviranno a coprire alcune delle malefatte di questa gestione Marrone che, sino ad oggi, ha letteralmente dilapidato le casse comunali in consulenze, inutili progettazioni, manifestazioni di bassissimo profilo e con il solo scopo di foraggiare gli amici degli amministratori;


 


La Beffa


 


§         Per continuare ad esercitare il sacrosanto e consolidato diritto all’esame della pratica di condono è necessario cominciare a pagare 561,00 €;


§         Vengono aumentati a dismisura tutte le somme dovute alla pubblica amministrazione;


§         Viene imposto un termine perentorio di 90 gg. per la consegna di una quantità enorme di documenti. Trascorso tale termine la pratica di condono verrà rigettata d’Ufficio;


§         L’Amministrazione non garantisce alcuna certezza sull’approvazione delle pratiche e si limita a parlare di un fantomatico “Accordo di Programma” con la Soprintendenza ai Beni Paesaggistici di Salerno. Parole, parole, parole. Già vediamo le centinaia e centinaia di pratiche che saranno rigettate dalla Soprintendenza.


Del resto, é la stessa Amministrazione che, nell’atto in oggetto, prevede su oltre 2000 pratiche agli atti  il rilascio di sole 300 autorizzazioni: meno del 15%.


Non ci vuole molto a capire che questo numero copre a mala pena le sole pratiche degli amministratori, e di qualche amico importante al quale non si può certo dire di no…


 


Caro Sindaco, quale sarà il destino delle altre centinaia e centinaia di pratiche?


Con quale coraggio si andranno a rigettare le istanze della maggior parte della popolazione di Positano?


Chi si preoccuperà dei tanti soldi che i nostri concittadini dovranno sborsare per ricorsi e documenti?


E’ giusto, con il solo scopo di racimolare soldi che avete già deciso come sperperare, mettete a repentaglio il destino e le fatiche di una popolazione intera?


 


I sottoscritti Consiglieri Comunali, preoccupati e scossi di quanto sta accadendo, invitano tutti i cittadini a prendere atto della situazione e si attiveranno con ogni sforzo nelle opportune sedi istituzionali per cercare di arginare le decisioni scellerate e distruttive di questa “amministrazione comunale”.


                                                                                              Il Gruppo Consiliare di Minoranza