Carpinelli su blocco mutui agevolati piccoli comuni

0

Salerno – Cattive notizie per i piccoli Comuni fino a 15 mila abitanti vengono dalla Finanziaria Regionale varata mercoledì 31 ottobre dalla Giunta Regionale della Campania.
Quanto avevo previsto e denunciato in una interrogazione urgente del 25 ottobre scorso rivolta al Presidente Bassolino, all’Assessore al Bilancio Valiante e a quello dei Lavori Pubblici, De Luca, purtroppo si è verificato!
La Regione certifica di non essere in grado di sostenere i mutui previsti dalla Legge regionale in materia di lavori pubblici negli Enti Locali n° 51 del 1978.
I Comuni sui quali cala la scure del blocco dei mutui sono 336 di cui 100 ad Avellino, 67 a Benevento, 49 a Caserta, 11 a Napoli e 109 in provincia di Salerno ai quali vanno aggiunti gli altri Enti Locali con popolazione fino a 40 mila abitanti.
La situazione è drammatica e delicata anche perché molte amministrazioni hanno provveduto ad appaltare opere pubbliche per le quali oggi non trovano adeguata copertura finanziaria.
Sono a rischio opere per oltre 90 milioni di euro, i Comuni vengono privati dell’unica concreta possibilità di realizzare opere infrastrutturali quali strade, acquedotti, fogne, scuole e arredo urbano.
Si tratta di un colpo durissimo che viene assestato alle politiche di sviluppo e di investimento dei piccoli Comuni che rappresentano una grande risorsa culturale ed ambientale per la Regione Campania.
Infine si danneggia il settore occupazionale connesso al settore edile e si penalizzano le piccole imprese che intorno a queste risorse hanno sempre trovato respiro economico.
Mi appello a tutti i Consiglieri Regionali della provincia di Salerno e li invito a non sottovalutare questa nuova emergenza.
Nei prossimi giorni, con la Lega delle Autonomie Locali, daremo vita ad una pubblica assemblea che chiamerà i Sindaci della provincia di Salerno alla mobilitazione per indicare soluzioni concrete che consentano di uscire dal tunnel del blocco dei mutui assistiti dalla Regione e concessi dalla Cassa Depositi e Prestiti.

Fonte : comunicato stampa


                                           MICHELE DE LUCIA